Visualizza versione mobile

Martedì, 26 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Riforme. Giannini: da settembre più docenti materie artistiche, linguistiche e musicali. Inversione di tendenza, dalla quantità alla qualità"

di redazione
ipsef

"Ci stiamo spostando da una posizione quantitativa, che ha prodotto solo fallimenti, ad una qualitativa": questo l'orientamento del Governo in tema di istruzione, sottolineato dal ministro Stefania Giannini, intervenuta stamani a Perugia al convegno della Federazione nazionale dei cavalieri del lavoro sul tema "L'educazione all'arte e alla cultura: il ruolo delle istituzioni pubbliche e dei privati".

Per dimostrare come il Governo abbia "invertito la tendenza", il ministro ha detto di "non aver aggiunto più ore di una disciplina, né tanto meno averle eliminate, o più specializzazioni, ma di aver lavorato sull'autonomia scolastica e sul potenziamento della conoscenza in campo artistico, culturale, linguistico e musicale".

Giannini ha poi sottolineato che il Governo sta costruendo uno schema di alternanza scuola-lavoro perché, ha detto, "se c'è separazione tra mondo della conoscenza e mondo del lavoro non si può mai arrivare alla contaminazioni di saperi oltre che di attività".

Infine, altro obiettivo è, "quello di superare la distanza tra i due ministeri, della cultura e dell'istruzione, per valorizzare le contaminazioni piuttosto che le separazioni". Secondo Giannini tutto questo "è un primo passo, un segnale di cambiamento di orizzonte anche in tema di educazione alla cultura".

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza