Visualizza versione mobile

Mercoledì, 31 Agosto 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

"Mia figlia rifiutata dalla scuola perché cieca": la denuncia di una madre di Napoli

di redazione
ipsef

"Rifiutata" dalla scuola per l'impossibilità di prevedere degli insegnanti di sostegno da affiancarle.

E' la denuncia della mamma di Mara, una ragazza cieca di 15 anni. Mara, che da grande vuole fare l'insegnante di sostegno frequentava un liceo di Napoli che distava troppo da casa e così i genitori hanno deciso di farle cambiare scuola optando per il liceo psicopedagogico.

"Mia figlia - spiega la donna ai microfoni di Fanpage - ha gli stessi diritti degli altri ragazzi, ma dalla scuola hanno risposto che loro non possono richiedere insegnanti di sostegno. Ma anche un disabile ha diritto di integrarsi in una scuola ad anno scolastico inoltrato come chiunque altro".

Sulla vicenda la famiglia di Mara ha presentato ricorso al Tar. "Ma ora - conclude la madre - avviseremo anche il Provveditorato di quanto accaduto". "Si devono vergognare, andare a scuola è un mio diritto" lo sfogo di Mara.

 

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza