Visualizza versione mobile

Martedì, 26 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

ATA. L’Anquap è contrario alle riduzioni di organico previste dalla legge di stabilità

di redazione
ipsef

ANQUAP - La Commissione Permanente Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati ha esaminato - nelle sedute dell'8, 9 e 15 marzo c.a. - lo schema di regolamento concernente la revisione dei criteri e di parametri per la definizione delle dotazioni organiche del personale ATA a decorrere dall'a.s. 2015/2016 in attuazione di quanto prescritto dalla legge di stabilità 2015.

Sullo stesso testo si erano precedentemente espressi con pareri negativi la Conferenza unificata, l'ANCI e l'UPI, mentre osservazioni critiche erano state formulate anche dal Consiglio di Stato.

Al termine dei suoi lavori la Commissione parlamentare approva un parere favorevole con tre condizioni ed una osservazione, mentre il Gruppo SI-SEL ha presentato un parere alternativo contrario che non è stato approvato.

Nel merito della questione l'Anquap:

-        rinnova la contrarietà alla riduzione di organico di 2020 unità di personale ATA prevista dalla legge di stabilità 2015,che si aggiunge alla riduzione di 44.500 unità già operata in attuazione dell'art. 64 D.L. 112/2008 (misure del Governo Berlusconi proposte dai Ministri Tremonti e Gelmini) ed invita Governo e Parlamento a rivedere la decisione fondata su un assunto (l'innovazione digitale) indimostrato, ancora in fase di lenta attuazione e che richiederà, comunque, nuove e più qualificate  professionalità ;

-        denuncia la plateale discriminazione operata dalla Legge di riforma della buona scuola (L. 107/2015), che dimentica totalmente i servizi amministrativi, tecnici ed ausiliari ed il relativo personale, in particolare sul versante delle assunzioni, del contributo per la formazione e del bonus premiale. La nuova legge comporta per tutti i servizi strumentali di supporto alla didattica (e per il personale agli stessi preposto)  un maggior carico di lavoro in termini quantitativi e qualitativi, ma di ciò non si tiene conto alcuno;

-        chiede a Governo e Parlamento di sbloccare immediatamente le immissioni in ruolo sul turn over del corrente anno scolastico e di prevedere immissioni in ruolo per il prossimo anno scolastico su tutti i posti vacanti e disponibili; chiede ,altresì, una radicale revisione della disciplina delle supplenze brevi introdotta in termini estremamente rigidi dalla stessa legge di stabilità 2015 ;

-        invoca nuove modalità di reclutamento per tutto il personale ATA e l'emanazione urgente del bando di concorso (interno ed esterno) per coprire gli oltre mille posti vacanti e disponibili concernenti la categoria dei Direttori SGA, per la quale dall’1/9/2000 (data di introduzione) non è stato effettuato nessun concorso ordinario ed un solo concorso interno nel 2010. 

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza