Le GAE, cosa erano codeste? Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Emanuele Grazzini – Buongiorno. Le GAE, me le sogno anche di notte.

Ci è finito dentro un po’ di tutto, un insalata di pseudo concorsi, abilitazioni varie e chissà quanti ripescati. Si svuotano, ma si riempiono di nuovo.”Svuota la GAE che è piena, riempi la GAE che è vuota. Non la lasciar mai piena, non la lasciar mai vuota”, parafrasando una nota canzone del duo di Piadena. E i vincitori del concorso 2016 fischiano.
Saluti.

Versione stampabile
anief anief