Pittoni (LEGA), Abolire bocciatura per voto di condotta sarebbe karakiri scuola

di redazione
ipsef

"Abolire la bocciatura per voto di condotta sarebbe il karakiri definitivo della nostra scuola.

"Abolire la bocciatura per voto di condotta sarebbe il karakiri definitivo della nostra scuola. Non si risolvono i problemi cancellando le penalizzazioni, bensì sanzionando i comportamenti scorretti sul nascere, prima che degenerino. Cosa che purtroppo avviene sempre più di rado, a volte anche per responsabilità dei genitori". Lo afferma Mario Pittoni, responsabile federale Istruzione della Lega Nord, a commento della proposta di legge dell'On. Milena Santerini che, inserita nella delega per la valutazione, vuole abolire la bocciatura per voto di condotta inferiore al 6.

"Ben vengano quindi – aggiunge Pittoni – strumenti normativi e legislativi idonei a sanzionare gli atteggiamenti antisociali con attività di rieducazione, volontariato e lavori socialmente utile, ma senza rinunciare all'effetto deterrente della bocciatura che, secondo il regolamento del 2009, viene comunque decisa solo in seguito a episodi particolarmente gravi e ripetuti sanzionati collegialmente dall'intero Consiglio di istituto". 

Aboliamo bocciatura per voto di condotta. Intervista all'On Santerini

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief