“Pillole del sapere”, Ministero ne stoppa l’acquisto. Via libera, invece, per le “Pillole della conoscenza” realizzate da una scuola di Pomigliano

di
ipsef

red – Ieri a Report la comunicazione dello stop a quelle "Pillole del sapere" che tanta polemica avevano suscitato verso la fine del 2012.

red – Ieri a Report la comunicazione dello stop a quelle "Pillole del sapere" che tanta polemica avevano suscitato verso la fine del 2012.

Si trattava di video didattici dal costo esorbitante. Secondo la trasmissione Report, si trattava di video la cui realizzazione costava intorno alle 1000 euro ciascuna, ma rivenduti a 40.000 euro all’amministrazione.

Nel contempo, una scuola  di Pomigliano D’Arco aveva realizzato delle "Pillole della conoscenza", dei video didattici realizzati dagli stessi studenti e che si era chiesto al MIUR di supportare coi soli costi della divulgazione. La risposta del Ministero, a quanto pare, era stata che "non c’erano soldi".

Adesso, pare che le cose si siano invertite. Infatti, secondo la puntata di Report di ieri nella rubrica "Com’è andata a finire", pare che il Capo Gabinetto del MIUR abbia comunicato lo stop ufficiale del progetto sulle "Pillole del sapere" (almeno fino a quando non si sarà svolta una indagine), mentre sono state acquistate 15 "Pillole della conoscenza" realizzate dalla scuola di Pomigliano.

La spesa complessiva è stata di 25.000 euro, soldi che sono andati al finanziamento di strutture per la scuola.

La puntata di ieri

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief