Visualizza versione mobile

Mercoledì, 27 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Il registro elettronico si usa già da sette anni in una scuola di Andria. Lettera

di redazione
ipsef

Spettabile Redazione di Orizzonte Scuola, In riferimento alla notizia comparsa su Vostro sito il 10/03 “Registro elettronico: in alcune scuole di Milano l'appello si fa col badge” voglio segnalare che nell’ ITIS “Sen. Onofrio Jannuzzi” di Andria (Bt) in Puglia, tale dispositivo viene usato da 7 anni, quindi prima che entrasse in vigore l’obbligo del registro elettronico e tutto questo grazie alla lungimiranza dell’intero staff dirigenziale e scolastico.

Come docente ed ingegnere sono ben consapevole di tutte le problematiche inerenti la scuola e le sue strutture oltre alle priorità da affrontare, ma resto basito nell’ apprendere che solo da questo anno scolastico, alcune scuole di Milano e del Friuli Venezia Giulia adottano queste tecnologie.

Posso testimoniare la bontà dell’uso del badge in quanto sono gli stessi alunni e genitori ad apprezzarlo perchè questi accorgimenti oltre al controllo, servono soprattutto per responsabilizzare i discenti ed avvicinarli maggiormente al mondo futuro del lavoro e/o universitario.

La ricerca continua attuata negli anni dall’intero staff del ITIS “Sen. Onofrio Jannuzzi” sull’uso di nuove tecnologie anche nei laboratori, ma soprattutto l’impegno profuso per la scelta e lo svolgimento delle varie argomentazioni didattiche, sia teoriche che pratiche, hanno portato l’istituto andriese ad essere valutato come miglior istituto del Meridione secondo l’ultima analisi fatta da Eduscopio, Ente di valutazione della Fondazione Giovanni Agnelli. I parametri considerati sono oggettivi e ben noti (non si considera ovviamente la presenza o meno del badge) ed inoltre analizzando i pubblici risultati, si evince che l’istituto “Jannuzzi” sarebbe secondo, se confrontato con 41 istituti di Milano.

A chiusura delle iscrizioni per a.s. 2016/17 è stato registrato un incremento sull’ordine del 28% con altre richieste non accettabili per mancanza di spazio fisico e questo risultato è rilevante, ma non sorprendente, alla luce del calo demografico che si registra su base provinciale e regionale.

Con questa missiva colgo l’occasione per ringraziare sinceramente tutta la Redazione di Orizzonte Scuola per l’alto servizio che svolgete nel mantenere tutto il personale lavorativo, aggiornato in modo costante ed obiettivo, sulle vicende del mondo della scuola in modo da poter lavorare al meglio in questo settore che può dare delle soddisfazioni, come descritto sopra, al di fuori dell’aspetto prettamente economico.

Cordiali Saluti e sentiti ringraziamenti.

Ing. Prof. Milillo Beppe.

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza