Visualizza versione mobile

Domenica, 28 Agosto 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Neoimmessi in ruolo in fase C temono esodo forzato con i trasferimenti. Come si compila la domanda

di redazione
ipsef

L'assegnazione della prima provincia scelta nella compilazione del form per l'assunzione in estate 2015 potrebbe rivelarsi un contentino per molti docenti neoassunti in fase C.

O perlomeno, è quanto essi temono. Un fenomeno - quello della mobilità straordinaria nell'estate 2016 dei docenti di ruolo - di cui è ancora impossibile conoscere gli esiti.

I docenti neoassunti in fase C partecipano, lo ricordiamo, a distinte fasi della mobilità, a seconda della graduatoria di assunzione.

Alla fase B i docenti asssunti da concorso 2012, con titolarità su ambito della provincia di assunzione, e alla fase C i neoassunti da GaE, con titolarità su ambito da individuare a livello nazionale. I docenti assunti da concorso 2012 potranno inoltre, in fase D, presentare domanda di trasferimento interprovinciale.

I neoassunti da fase C da GaE temono che i posti nella provincia scelta come provvisoria possono saturarsi nelle fasi precedenti, in particolare per il rientro dei cosiddetti "docenti immobilizzati" che partecipano alla fase B.

Mobilità 2016: le fasi e le sequenze per cercare di ottenere la cattedra/provincia che si desidera

L'ipotesi di contratto stipulata dai sindacati rappresentativi (tranne Gilda), adesso al vaglio della Funzione Pubblica, stabilisce per i docenti neoassunti in fase C la partecipazione alla mobilità per tutti gli ambiti a livello nazionale.

È precisato altresì che per tali docenti in caso di non accoglimento delle preferenze parzialmente espresse la mobilità avverrà d'ufficio partendo dal primo ambito territoriale espresso.

In caso di non presentazione della domanda la mobilità avviene d'ufficio considerando tutti gli ambiti nazionali.

L'assegnazione d'ufficio avverrà nel primo ambito disponibile a partire da quelli della provincia di immissione in ruolo e sulla base delle tabelle di viciniorietà degli ambiti e delle provincie previste dall'apposita OM.

In particolare la sequenza prevedrà che i docenti assunti da GAE nella fasi B e C dovranno indicare tutti gli ambiti nazionali e che, qualora non vengano indicate tutte le province, la domanda verrà compilata automaticamente a partire dalla provincia del primo ambito indicato. I docenti che non dovessero presentare domanda saranno trasferiti d'ufficio con punti 0 e verranno trattati a partire dalla provincia di nomina.

A questo punto è sempre più conveniente indicare comunque tutti gli ambiti nazionali allontanando così il rischio di un trasferimento d'ufficio e addirittura a punteggio 0, nel caso si decidesse di non presentare affatto la domanda.

Mobilità docenti 2016: lo speciale con guida alle fasi, tabella titoli, punteggio servizio e famiglia. Titolarità su scuola o ambito territoriale

Segui le notizie sulla mobilità con il    tag Mobilità    o direttamente sul tuo cellulare con il  canale gratuito Telegram

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza