Martedì, 31 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Iscrizione studenti, scelta IRC avviene online. In Italia lo sceglie l'87,9%

di redazione
ipsef

Per scegliere l'insegnamento della religione cattolica, i genitori dovranno seguire una procedura online.

Da giorno 22 gennaio 2016, alle ore 08.00, inizieranno le operazioni di iscrizione degli alunni. Tra gli adempimenti, anche quello di scegliere se avvalersi o meno dell'insegnamento della religione cattolica.

La scelta avverrà al momento stesso dell'iscrizione, utilizzando una sezione online che si troverà nell'apposita piaffaforma. Mentre per le iscrizioni che non avverranno online, bisognerà utilizzare gli appositi moduli.

Per la scuola dell'infanzia, la scelta deve essere effettuata di anno in anno, mentre per gli altri gradi e ordini, la richiesta sarà effettuata solo per il primo anno.

Molto si discute, ogni anno, del numero di studenti che si avvalgono dell'insegnamento dell'IRC.

Gli studenti che lo scorso anno si sono avvalsi dell'insegnamento della religione cattolica sono stati 6.927.849) pari all’87,9%. La percentuale di adesione scelte man mano che sale il grado di istruzione. Così, si passa dal 91,3% dell'infanzia, al 92,3% della primaria, per scendere gradualmente dall'89,9% della secondaria di I grado, all'80% della secondaria di II grado. Il totale, come già anticipato, è di 87,9%.

Se si guardano i dati da un punto di vista delle macro aree regionali, è il Mezzogiorno d'Italia ad avere il maggior numero di alunni che scelgono l'IRC.

Così, ad esempio, troviamo regioni come il Molise con il 96% di adesioni, mentre la Campania arriva al 96,6 e la Puglia al 96,4.

Diversa, invece, la situazione per alcune regioni del Nord. Ad esempio il Veneto, con l'84,8%, la Toscana con il 78,8% e l'Emilia-Romagna con il 79%.

Tutto sulle iscrizioni

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza