Lunedì, 30 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Le incongruenze della fase B. Lettera

di redazione
ipsef

Il 4 settembre 2015, in sede di convocazione, i nostri cari sindacalisti ai microfoni della sala S.Martino hanno asserito che, anche se su grado diverso, avremmo potuto fare l'anno di prova e formazione (ante DM 850) facendo valere il titolo d'accesso (nel mio caso la laurea in Matematica che mi consente di insegnare nel I e nel II grado di istruzione). Forti di tali dichiarazioni, abbiamo accettato l'incarico dell'AT e differito la presa di servizio. Oggi, durante una riunione sindacale, gli stessi sindacalisti che erano ai microfoni il 4 settembre hanno negato tutto! Oggi hanno asserito che il rimandare l'anno di prova (non per nostra volontà) non influirà assolutamente in fase di mobilità, allorché i DS sceglieranno i docenti della propria scuola. Dobbiamo crederci? O è il preludio per una nuova beffa?

Il 29 dicembre ci annunciavano l'uscita di una Circolare che, in deroga, ci avrebbe consentito di fare l'anno di prova. Ancora non si vede nulla all'orizzonte! Inizio a pensare che in realtà la circolare era solo fumo negli occhi per farci stare calmi. Anzi, siamo esclusi dagli elenchi dei partecipanti ai corsi di formazione.

Sicuramente noi di fase B a cui non è concesso di fare l'anno di prova e formazione siamo una minoranza, quindi occuparsi di noi è solo un dispendio di energia. Come se non bastasse, i docenti di fase C possono fare l'anno di prova indipendentemente dal grado di immissione in ruolo.

Come mai? Forse hanno più competenze di noi, precari storici e pluriabilitati e plurispecializzati? Non abbiamo mandato avanti noi le scuole in tutti questi anni? Ok, non abbiamo acquisito nessun diritto! E ancora, alcuni Uffici Scolastici regionali hanno concesso di svolgere l'anno di prova e formazione. Eppure avevo letto che era stata fatta l'Unità d'Italia. Peccato, non ho la residenza nella città "giusta"!
Che senso ha avuto diversificare le immissioni in ruolo in fase B e C se ora, in fase di mobilità, vengono unificate?
ENNESIMA BEFFA!!!!!!

Giuliana Fiorillo -docente della scuola pubblica italiana che, nonostante tutto ama il proprio lavoro e, grazie ad un forte senso del dovere, lo svolge con responsabilità-

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza