Visualizza versione mobile

Domenica, 31 Luglio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Concorso scuola docenti, valutazione prove: Quali punteggi? Qual è la soglia minima allo scritto e all'orale?

di Nino Sabella
ipsef

Concorso scuola docenti, valutazione prove: Quali punteggi? Qual è la soglia min

La valutazione delle prove e quella dei titoli sono disciplinate rispettivamente dal DM n. 95/2016 e dal DM n. 94/2016.

Le commissioni dispongono di 100 punti: 40 per le prove scritte, grafiche e pratiche, 40 per la prova orale e 20 per i titoli.

Valutazione prova scritta

La prova scritta, per i posti comuni e di sostegno e per le classi di concorso non di lingua, è costituita da 6 quesiti a risposta aperta e da 2 quesiti in lingua, ciascuno dei quali articolato in 5 domande a risposta chiusa.

Nel caso in cui i candidati svolgano una sola prova scritta o scritto-grafica, la commissione attribuirà alla prova un punteggio massimo di 40 punti: a ciascuna domanda delle 6 a risposta aperta sarà attribuito un punteggio compreso tra 0 e 5,50 e un punteggio compreso tra 0 e 3,50 a ciascuno dei due quesiti in lingua articolato in 5 domande a risposta chiusa (0.7 per ogni singola risposta esatta). 

Per le classi di concorso di lingua straniera, che svolgono la prova interamente in lingua, la commissione attribuirà a ciascuna delle 8 domande a risposta aperta un punteggio compreso tra 0 e 5.

Il punteggio minimo per superare la prova è di 28 punti; nel caso di più prove il punteggio di 28 punti deve scaturire dalla media delle prove, fermo restando che in ciascuna di esse il candidato deve riportare un punteggio minimo di 24 punti.

Esempio:  in una prova p. 24 e in un'altra p. 32--> 32+24: 2= 28 prova superata; in una prova p. 23 e in un'altra p. 33--> 23+33: 2= 28--> prova non superata.

Valutazione prova scritta e prova pratica

Nel caso in cui i candidati svolgano sia la prova scritta o scritto-grafica sia la prova pratica anche a carattere laboratoriale, la commissione attribuirà un punteggio massimo di 30 punti alla prova scritta o scritto-grafica e di 10 punti alla prova pratica, secondo i criteri di seguito descritti.

A ciascuna domanda delle 6 a risposta aperta sarà attribuito un punteggio compreso tra 0 e 5,50 e un punteggio compreso tra 0 e 3,50 a ciascuno dei due quesiti in lingua  aricolato in 5 domande a risposta chiusa (0.7 per ogni singola risposta esatta); i punteggi così determinati sono poi moltiplicati per 3/4 al fine di ottenere il punteggio totale assegnato alla prova (40*3/4= 30)

Nel caso in cui la prova scritta si articoli in più prove, l'attribuzione ad una di esse di un punteggio inferiore a 18 punti preclude la valutazione della prova scritta o scritto-grafica successiva e, naturalmente, di quella pratica.

Alla prova pratica la commissione attribuirà un punteggio massimo di 10 punti.

Il punteggio complessivo è dato dalla media aritmetica dei punteggi totali conseguiti in ciascuna prova scritta o scritto-grafica, più il punteggio conseguito nella prova pratica.

Il punteggio minimo per superare la prova è di 28 punti, fermo restando che in caso di più prove il candidato deve riportare un punteggio minimo di 6 decimi (ossia 24/40).

Valutazione prova orale

La prova orale valuta la padronanza delle discipline, la relativa capacità di trasmissione e progettazione didattica anche con riferimento alle tecnologie della comunicazione e dell'informazione, la capacità di comprensione e conversazione (livello B2 del QCER per lingue) nella lingua prescelta dal candidato (per la primaria non c'è scelta, la prova sarà in inglese).

Alla prova orale la commissione attribuirà un punteggio massimo di 40 punti.

Per superare la prova è necessario un punteggio minimo di 28 punti.

Valutazione titoli

Speciale concorso

Tutto sul concorso 

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza