Mobilità docenti 2017, servizio pre-ruolo paritarie: sarà valutato?

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il prossimo contratto sulla mobilità riserverà diverse novità, su alcune delle quali l’intesa è stata già raggiunta il 29 dicembre u.s., mentre su altre si deve ancora trattare.

Le novità più rilevanti riguardano, come abbiamo già riferito, la deroga al vincolo triennale di permanenza nella provincia di immissione in ruolo, la deroga alla previsione della legge 107/15 secondo cui la mobilità opera soltanto tra ambiti, la rivisitazione delle tabelle di valutazione relativamente al servizio pre-ruolo nella scuole statali, che dovrebbe essere valutato 6 punti come il servizio di ruolo, e ancora la deroga al vincolo triennale per i docenti titolari su ambito e con incarico triennale su scuola.

In data odierna, è fissato l’incontro Miur – Sindacati, che riprende dopo l’intesa suddetta e nel corso del quale saranno affrontati diversi aspetti, tra i quali la questione relativa alla valutazione del punteggio pre-ruolo prestato presso le scuole paritarie.

La valutazione di tale servizio è attesa  e auspicata da numerosissimi docenti, che hanno alle spalle moltissimi anni di precariato anche presso le scuole suddette.

Secondo quanto riferito da ItaliaOggi, il Miur proporrà alle sigle sindacali presenti all’incontro la valutazione del citato servizio: 2 punti per ogni anno.

Per confermare o smentire la notizia, attendiamo l’esito dell’incontro di oggi.

Mobilità, accordo firmato. Anticipazione: si scelgono fino a 5 scuole. Addio vincolo triennale, modifica tabella titoli, 60% assunzioni, 30% mobilità, 10% mobilità professionale

Mobilità docenti 2017, 10 gennaio incontro Miur-sindacati

Scarica il testo dell’intesa

Tutto sulla mobilità

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief