Immissioni in ruolo 2017. I docenti GaE al Ministro Fedeli: aumenti aliquota

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Lettera inviata in redazione – I docenti residuali GAE, fortemente penalizzati dall’attuazione della L.107/15 e dalle successive deroghe, chiedono che la SV sia garante dei diritti della categoria, depauperata dalle deroghe che hanno avvantaggiato unicamente i docenti neoassunti, molti dei quali privi di anzianità e titoli di servizio , “miracolati” dal piano straordinario di assunzione, in barba al principio della continuità didattica ispiratore della “buona scuola”.

I docenti ancora in GAE con anni di servizio alle spalle e titoli di studio, con l’onestà intellettuale ed il rispetto per le Istituzioni e per le Leggi che li contraddistinguono, costretti

a non poter accettare per ragioni in genere legate a situazioni familiari complesse, la mobilità indiscriminata su scala nazionale che la Legge 107 richiedeva quale dazio per il contratto a tempo indeterminato chiedono

  • che venga aumentata l’aliquota del 60% da riservare alle operazioni di immissione in ruolo stabilita nell’accordo tra Miur e Sindacati del 29/12/2016 e che non siano concesse ulteriori agevolazioni ai neoassunti con la Legge 107, come avvenuto incontrollatamente negli ultimi due anni;
  • che vengano stabilite regole certe, precise e inderogabili per le assegnazioni provvisorie e che le stesse non superino il 30% dell’organico di fatto al fine di non penalizzare ulteriormente i docenti GAE, padri e madri di famiglia, che vedrebbero altrimenti sparire la possibilità di garantire un adeguato sostegno alle loro famiglie stremate dalle difficoltà non solo economiche alle quali sono state costrette dagli assurdi e incontrollati provvedimenti di questo infausto anno scolastico.

Tali misure sarebbero un primo passo del Governo per restituire dignità e giustizia a quanti ritengono che i reiterati cambiamenti sui criteri di mobilità avvenuti negli ultimi due anni, in spregio a quanto stabilito proprio dall’art.1 comma 108 della legge107/15, siano stati lesivi del diritto di entrare in ruolo e per ristabilire un clima di fiducia tra Istituzioni e Docenti.

Confidando sulla Sua sensibilità e conoscenza delle problematiche esposte si ringrazia per l’attenzione riservata.

I Docenti GAE Avellino

Versione stampabile
anief anief