Giannini, il merito economico è obiettivo riforma. A noi non pare sia così

di redazione
ipsef

La Giannini risponde tramite tweetter alla richiesta del docente italiano candidato premio nobel che chiede maggiore attenzione per i docenti anche da un punto di vista economico.

La Giannini risponde tramite tweetter alla richiesta del docente italiano candidato premio nobel che chiede maggiore attenzione per i docenti anche da un punto di vista economico.

"La #buonascuola che vuole #DanieleManni è obiettivo riforma: merito, anche economicom, a insegnanti migliori".

Un messaggio, quello della Giannini, che dimentica come nella realtà, il progetto di riforma proposto nell'opuscono "La Buona scuola" non stanziava un solo euro in più per gli stipendi dei docenti, ma proponeva l'uso delle stesse risorse, ma distribuite al 66% degli insegnanti "meritevoli".

Un tetto economico al merito che non avrebbe garantito di premiare davvero tutti i migliori.

Proposta, tra l'altro, sonoramente bocciata anche dalla stessa consultazione avviata dal Governo, oltre che dai sindacati e dai collegi docenti.

Candidato premio nobel docenti: "Renzi, stipendi più dignitosi"

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief