Martedì, 24 Maggio 2016

mnemosine
SERVIZI
SPECIALI ESPANDI

Viaggi d'istruzione, docenti dovranno controllare bus e autista. M5S: facciamo pure guidare il pullman e pulire i vetri

di redazione
ipsef

Il movimento 5 stelle ha presentato un'interrogazione, nella persona dell'on. Silvia Chimienti, sulla circolare del MIUR, secondo cui è compito del docente accertarsi delle condizioni di salute del conducente e dello stato del mezzo di trasporto. 

“Francamente manca soltanto che il Miur chieda agli insegnanti di guidare il pullman della gita e, già che c’è, di cambiare l’olio e dare una pulita ai vetri. La circolare appena emanata dal ministero dell’Istruzione è fuori dal mondo...", inizia con queste parole la nota stampa (di seguito riportata) di parlamentari del M5S in commissione Cultura di Camera e Senato, riguardo alla detta circolare.

I Pentastellati affermano che se è certamente normale che i docenti si occupino della sicurezza degli studenti, appare davvero fuori luogo, "folle" la definizione nella nota stampa, il fatto che debbano occuparsi del conducente del mezzo di trasporto e dello stato di quest'ultimo.  Pertanto, chiedono che la circolare ministeriale venga immediatamente ritirata.

La nota

ROMA, 3 marzo 2016 - “Francamente manca soltanto che il Miur chieda agli insegnanti di guidare il pullman della gita e, già che c’è, di cambiare l’olio e dare una pulita ai vetri. La circolare appena emanata dal ministero dell’Istruzione è fuori dal mondo: il docente dovrebbe accertarsi, oltre che dell’incolumità dei suoi studenti, anche delle condizioni di salute del conducente e dello stato del mezzo di trasporto, ‘empiricamente’.  Di questa circolare chiediamo conto al ministero dell’Istruzione: non si può chiedere agli insegnanti di assumersi anche questa responsabilità e sarebbe quantomeno opportuno che la stessa venisse ritirata”.

Così i parlamentari M5S in commissione Cultura di Camera e Senato commentano la notizia, rispetto alla quale la deputata Silvia Chimienti ha presentato un’interrogazione.

“Se è del tutto logico e comprensibile che gli insegnanti si occupino della sicurezza degli studenti, appare davvero folle che gli stessi dovrebbero anche verificare, tra le varie, l’affidabilità  dell’azienda che offre il mezzo di trasporto, le condizioni di salute e lucidità dell’autista e lo stato di usura delle gomme, l’idoneità delle cinture di sicurezza e del sistema di illuminazione del mezzo. E' incomprensibile come al ministero non si siano resi conto del fatto che questa misura, oltre ad essere irricevibile, sia offensiva nei confronti del nostro corpo insegnante.  Chiediamo che questa assurdità abbia immediatamente fine, siamo oltre il ridicolo”.

Area Comunicazione M5S Camera dei deputati
Mail: [email protected]
Telefono: 06 6760 6676. Fax: 06 6760 6996
Sito web: http://www.parlamentari5stelle.it stampa

Versione stampabile
anief anief
anief mnemosine eiform


In evidenza