Assegnazioni provvisorie e utilizzazioni: in quali casi è prevista la domanda cartacea

di Giovanna Onnis
ipsef

item-thumbnail

Le domande di utilizzazione e assegnazione provvisoria per il prossimo anno scolastico 2017/187, devono essere inviate in modalità online attraverso il portale del MIUR Istanze online.

Con specifica circolare, che OrizzonteScuola ha prontamente pubblicato, il MIUR ha reso note le date per la presentazione delle domande, differenziate per i diversi ordini e gradi di istruzione, date che devono essere obbligatoriamente rispettate dai docenti, in relazione all’ordine o grado di istruzione di titolarità.

Le scadenze previste sono le seguenti:

  • dal 10 luglio al 20 luglio personale docente della scuola dell’infanzia e della primaria;
  • dal 24 luglio al 2 agosto personale docente della scuola di I e II grado;
  • dal 25 luglio al 5 agosto personale educativo e docenti di religione cattolica.

Per il personale A.T.A. le date saranno indicate con successiva nota ministeriale.

La modalità di presentazione delle domande rimane invariata rispetto agli anni scorsi e il docente che intende presentare contemporaneamente domanda di utilizzazione e/o assegnazione provvisoria, potrà accedere ai diversi moduli presenti su Istanze online relativamente al grado di istruzione di titolarità.

Il docente che intende presentare domanda di mobilità annuale in altro ordine o grado di istruzione dovrà comunque rispettare la data di scadenza prevista per l’ordine o grado di titolarità. In questo caso, quindi, non sempre sarà possibile presentare la domanda online se le funzioni sul portale Istanze online non risultassero accessibili.

Il docente di scuola dell’Infanzia potrà chiedere utilizzazione e/o assegnazione provvisoria verso la scuola Primaria in modalità online in quanto i termini di presentazione delle domande risultano uguali per i due ordini di istruzione. Lo stesso, quindi si può dire per il docente di scuola Primaria che intende chiedere utilizzazione e/o assegnazione provvisoria verso la scuola dell’Infanzia

Il docente di scuola Secondaria I grado potrà chiedere utilizzazione e/o assegnazione provvisoria verso la scuola Secondaria II grado in modalità online in quanto i termini di presentazione delle domande risultano uguali per i due gradi di istruzione. Lo stesso, quindi si può dire per il docente di scuola Secondaria II grado che intende chiedere utilizzazione e/o assegnazione provvisoria verso la scuola Secondaria I grado

Possono presentarsi, però, diversi casi che impediscono al docente di presentare online la domanda di utilizzazione e/o assegnazione provvisoria:

1– docente di scuola dell’Infanzia o di scuola Primaria che intende presentare domanda di utilizzazione e/o assegnazione provvisoria per la scuola Secondaria di I grado oppure per la scuola Secondaria di II grado

2– docente di scuola Secondaria di I grado o di scuola Secondaria di II grado che intende presentare domanda di utilizzazione e/o assegnazione provvisoria per la scuola dell’Infanzia oppure per la scuola Primaria

In questi casi i docenti interessati devono presentare domanda cartacea rispettando i termini di scadenza per il loro ordine o grado di titolarità.

Nel caso 1) i docenti della scuola dell’Infanzia o della scuola Primaria, che dovranno presentare domanda entro il 20 luglio, non troveranno ancora accessibili, su Istanze online, le funzioni per la scuola Secondaria di I e di II grado che saranno attivate con decorrenza 24 luglio.

Nel caso 2) i docenti della scuola Secondaria di I e di II grado, che dovranno presentare domanda entro il 2 agosto, potranno iniziare a compilare le domande a decorrere dal 24 luglio, data nella quale le funzioni per la scuola dell’Infanzia o per la scuola Primaria non saranno più accessibili su Istanze online in quanto i termini di presentazione delle domande per questi ordini di scuola saranno già scaduti (si ricorda, infatti, che la scadenza prevista per Infanzia e Primaria è il 20 luglio)

Oltre a questi casi che richiedono la presentazione delle domande in forma cartacea, ne esistono altri che prevedono esclusivamente questa modalità di presentazione delle istanze senza contemplare la modalità online. Si tratta delle seguenti categorie di docenti:

  • personale educativo;
  • docenti di religione cattolica;
  • docenti che intendano richiedere l’utilizzo nelle discipline specifiche dei licei musicali.
  • personale A.T.A.

I modelli cartacei da utilizzare,messi a disposizione nel sito ministeriale, riguardano la scuola dell’Infanzia (Modello U1), la scuola Primaria (Modello U2), la scuola Secondaria I grado (Modello U3) e la scuola Secondaria II grado (Modello U4)

Altre situazioni che determinano la necessità di presentare domanda di mobilità annuale in forma cartacea, in quanto le funzioni non saranno più accessibili su Istanze online, poiché i termini per la presentazione delle domande risulteranno scaduti, riguardano due precise categorie di docenti, esplicitamente citati nel CCNI:

1– I docenti interessati da eventuali rettifiche alle operazioni di mobilità relative all’anno scolastico 2017/18, come stabilisce l’art.1 comma 10 del CCNI sulla Mobilità annuale , saranno riammessi nei termini per la presentazione delle domande di assegnazione provvisoria e/o utilizzazione, prevedendo 5 giorni successivi alla data di comunicazione della rettifica stessa. Se tale data sarà oltre i termini per la presentazione delle domande, queste, chiaramente, dovranno essere presentate in forma cartacea

2- I docenti di tutti i gradi di istruzione che, a seguito della riduzione del numero delle classi in organico di fatto, vengono a trovarsi in situazioni di soprannumero totale o parziale, compresi i docenti di sostegno con riferimento alla riduzione del numero di alunni con disabilità, rispetto alla nuova dotazione della scuola, come chiarisce l’art.5 comma 8 del CCNI 2017/18, possono chiedere utilizzazione presentando relativa istanza entro 5 giorni dall’individuazione della sua posizione di soprannumerarietà. Anche in questi casi se i termini per la presentazione online saranno scaduti, i docenti interessati dovranno presentare l’istanza in forma cartacea

Tutto su assegnazioni e utilizzazioni

Versione stampabile
anief anief