Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

Valutare nella didattica a distanza e pensare al feedback. Modelli da scaricare

Stampa

È appropriato, parlando dell’educazione a distanza, soffermarsi sulla valutazione? Il termine “valutazione” è talvolta (erroneamente) usato in modo intercambiabile con “valutazione” e “ricerca”. È meglio mantenere i termini separati poiché i loro scopi sono diversi. L’uso del termine “valutazione” funziona bene quando si parla dei risultati dello studente e può essere utilizzato in una valutazione.

La valutazione, nel contesto dell’apprendimento, delle prestazioni e delle iniziative di cambiamento, può essere definita come una forma di indagine che cerca di affrontare questioni critiche riguardanti il funzionamento di un programma, processo, metodologia, prodotto, sistema o organizzazione. I risultati sono progettati per avvantaggiare una varietà di stakeholder (la nostra comunità territoriale su cui insiste la scuola, e non solo quella) affinché possano essere utilizzati per scopi decisionali e, se condivisi all’interno di un’organizzazione, possano portare all’apprendimento organizzativo. Tre sono i tipi di valutazione che vengono eseguiti per fornire una varietà di risultati. Essi sono formativi, sommativi e di sviluppo.

Le tre valutazioni e il “valore”

Ci concentreremo, adesso, sulle valutazioni Formative, Sommative e dello sviluppo.

Le valutazioni formative

Vengono solitamente eseguite per migliorare un prodotto o un programma e sono spesso eseguite da docenti della classe, dell’interclasse o dell’intersezione. Queste valutazioni formative interne sono progettate, durante tutto il processo, per migliorare o affinare ciò che viene valutato. I risultati di una valutazione formativa possono essere utilizzati per aiutare la scuola ad avvicinarsi all’obiettivo di un prodotto o programma. Il feedback del docente istruttore e il feedback dei membri del pubblico di destinazione (gli utenti e tra questi gli altri alunni, gli altri docenti, i genitori e la comunità) sono utili in questo processo.

Le valutazioni sommative

Sono diverse dalle valutazioni formative in quanto vengono solitamente eseguite per decidere se vale la pena mantenere un prodotto o un programma, se necessita di modifiche o c’è necessità di una revisione o di un meritato premio di qualità. I suoi risultati hanno più un giudizio finale su un programma che è maturo o è già stato completato che altro. A differenza della valutazione formativa, i risultati non sono necessariamente progettati per migliorare ciò che viene valutato; invece, i risultati possono aiutare le parti interessate a decidere se il prodotto o il programma debba rimanere in essere, o se è “superato” o addirittura “fallito” e non più riproponibile a scuola o, limitatamente, solo agli studenti cui è stato indirizzato. Esistono vari tipi di valutazioni sommative come il monitoraggio e l’audit in cui può verificarsi una regolazione fine, risultato che può essere un programma di valutazione in corso per i partecipanti al programma di un’organizzazione e l’impatto che si concentra sui partecipanti di un particolare programma d’anno o progetto scolastico.

La valutazione dello sviluppo

È una forma di valutazione a lungo termine in cui il docente-valutatore è più strettamente legato agli stakeholder durante lo sviluppo di un programma ed è effettivamente un membro del team di progettazione. Il feedback viene fornito in tempo reale mentre il progetto avanza.

C’è una metafora meravigliosa da una delle letture “Quando il cuoco assaggia la zuppa, è formativo; quando gli ospiti assaggiano la zuppa, è sommario”.

Un’organizzazione può implementare tutti e tre i tipi di valutazioni a seconda delle loro necessità e della posizione in cui si trovano nel programma, nella progettazione o nell’implementazione del prodotto.

L’approccio valutativo di Kirkpatrick (Allegato 1)

Guardando più da vicino l’approccio valutativo di Kirkpatrick notiamo che esso fornisce quattro livelli di risultati della valutazione.

Nella tabella (allegato 1) sotto ogni livello è nominato, lo scopo è descritto e le sfide o limitazioni specifiche di ogni area del livello sono elencate.

  • Come designer, vorrai considerare quale risultato stai cercando?
  • Cosa vuoi sapere del tuo programma / formazione / lezione?
  • Vuoi solo sapere se agli studenti “è piaciuto?”
  • Vuoi valutare se si è verificato un apprendimento?
  • Come lo farai?

A chi serviranno i risultati?

Essere un docente che valuta o, meglio ancora, un valutatore può essere una professione, ma essere in grado di valutare la propria lezione, formazione, programma sarà uno strumento prezioso per te, per i tuoi studenti e per qualunque istituto con cui lavori.

Sono disponibili molte origini dei dati durante l’esecuzione di una valutazione.

I quattro più comunemente usati sono:

  • osservazione
  • sondaggio
  • intervista
  • dati d’archivio.

Uno o tutti possono essere utilizzati durante la valutazione.

Le valutazioni e i feedback (Allegato 2)

L’allegato 2, invece, riporta un piccolo sguardo su alcuni vantaggi, svantaggi, esempi del mondo reale e fattori che influenzano la scelta di utilizzarlo.

Nella fase di progettazione di un intervento educativo-formativi / di una lezione / o di una formazione a distanza, è possibile eseguire valutazioni formative per ottenere feedback utili che aiutano ad avvicinarsi al proprio obiettivo. La valutazione sommativa è post-traguardo; il tuo corso o programma è già stato completato dai tuoi studenti ed esegui una valutazione (che fa parte del tuo processo di progettazione); in realtà progettati per sapere se hai raggiunto tutto ciò per cui l’hai progettato.

Ci sono sempre fattori da modificare per una serie di motivi.

  • La tecnologia che hai scelto si è comportata come speravi?
  • La lezione che hai progettato ha portato ai risultati che volevi?
  • Il tuo gruppo classe ha terminato la lezione (anche se a distanza) con l’apprendimento che speravi?

Queste domande e le loro risposte non sono la fine.

Questo è solo l’inizio del processo iterativo della progettazione didattica.

A volte, tuttavia, nell’ambiente frenetico dell’istruzione, la valutazione del programma o del corso o della lezione può cadere nel dimenticatoio.

La valutazione è un elemento molto importante che ci aiuterà a portarci a un prodotto di qualità, un apprendimento più significativo per i nostri studenti e una prova (per te e per gli altri) che le cose stanno andando per il verso giusto, stanno seguendo la giusta direzione.

Allegato 1

Allegato 2

Stampa

Black Friday Eurosofia, un’ampia e varia scelta di corsi d’aggiornamento pratici e di qualità con sconti imperdibili