Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

Dare il feedback agli studenti: suggerimenti per farlo bene

Stampa

Come insegnanti, è essenziale rendere il processo di feedback un’esperienza di apprendimento positiva, o almeno neutra, per lo studente. In questo periodo storico lo diventa ancora di più.
Sfortunatamente, molti studenti hanno esperienze “educative” negative, ogni giorno. Perché alcuni insegnanti pensano che dare un feedback debba essere negativo e correttivo perché questo è l’unico modo in cui uno studente imparerà.

Come insegnanti, è essenziale rendere il processo di fornire feedback un’esperienza di apprendimento positiva, o almeno neutra, per lo studente.

Quindi cos’è esattamente il feedback?
Il feedback è qualsiasi risposta di un insegnante in merito alle prestazioni o al comportamento di uno studente. Può essere verbale, scritto o gestuale. Lo scopo del feedback nel processo di apprendimento è quello di migliorare le prestazioni di uno studente, sicuramente non frenarle. L’obiettivo finale del feedback è fornire agli studenti un atteggiamento del tipo “posso farlo”.

Scavare in profondità
Quando il feedback è prevalentemente negativo, gli studi hanno dimostrato che può scoraggiare lo sforzo e il rendimento degli studenti (Hattie & Timperley, 2007, Dinham). Come insegnante, la maggior parte delle volte è facile dare un feedback incoraggiante e positivo.
Tuttavia, è nelle altre occasioni che dobbiamo scavare in profondità per trovare una risposta di feedback appropriata che non scoraggia l’apprendimento di uno studente. È qui che i buoni insegnanti, quelli che gli studenti ricordano per sempre in una luce positiva, si separano dagli altri.
Un insegnante ha la precisa responsabilità di nutrire l’apprendimento di uno studente e di fornire un feedback in modo tale che lo studente non lasci la classe sentendosi sconfitto. A seguire alcune idee e tecniche su come dare un feedback efficace che lascerà ai tuoi studenti la sensazione di poter conquistare il mondo.

Il feedback degli studenti dovrebbe essere di natura educativa
Fornire feedback significa dare agli studenti una spiegazione di ciò che stanno facendo correttamente e non quello che stanno facendo in modo errato. Il focus del feedback dovrebbe essere basato essenzialmente su ciò che gli studenti stanno facendo bene. È più produttivo per l’apprendimento di uno studente quando gli vengono fornite spiegazioni ed esempi di ciò che è accurato e di ciò che è impreciso nel loro lavoro, piuttosto che criticato solo per ciò che è negativo, senza spiegazione alcuna.
Usa il concetto di “sandwich feedback” per guidare il tuo feedback: complimento, esattezza, complimento.

Il feedback degli studenti dovrebbe essere fornito in modo tempestivo
Quando il feedback dello studente viene fornito immediatamente dopo aver mostrato la prova di apprendimento, lo studente risponde positivamente e ricorda l’esperienza di ciò che viene appreso in modo sicuro. Se aspettiamo troppo a lungo per dare un feedback, il momento è perso e lo studente potrebbe non collegare il feedback con l’azione.

Sii sensibile alle esigenze individuali dello studente
È fondamentale che prendiamo in considerazione ogni individuo quando forniamo il feedback agli studenti. Le nostre aule sono piene di studenti diversi. Alcuni studenti devono essere spinti a raggiungere un livello più alto e altri devono essere gestiti con molta delicatezza per non scoraggiare l’apprendimento e danneggiare l’autostima. È essenziale un equilibrio tra il non voler ferire i sentimenti di uno studente e il fornire il giusto incoraggiamento.

Poni le 4 domande.
Studi sull’insegnamento e l’apprendimento efficaci (Dinham, 2002, 2007a; 2007b) hanno dimostrato che gli studenti vogliono sapere a che punto si trovano riguardo al loro lavoro. Fornire regolarmente risposte alle seguenti quattro domande aiuterà a fornire un feedback di qualità agli studenti. Queste quattro domande sono utili anche quando si fornisce un feedback ai genitori:

  • Cosa può fare lo studente?
  • Cosa non può fare lo studente?
  • Come si confronta il lavoro dello studente con quello degli altri?
  • Come può lo studente fare di meglio?

Il feedback degli studenti dovrebbe fare riferimento a un’abilità o una conoscenza specifica
È qui che le rubriche diventano uno strumento utile. Una rubrica è uno strumento per comunicare le aspettative per un incarico. Le rubriche efficaci forniscono agli studenti informazioni molto specifiche sulle loro prestazioni, comparative a una gamma stabilita di standard. Per gli studenti più giovani, prova a evidenziare gli elementi della rubrica che lo studente sta incontrando o prova a utilizzare una tabella di adesivi.

Fornire feedback per mantenere gli studenti “sull’obiettivo” per il successo
I controlli regolari con gli studenti consentono loro di sapere dove si trovano in classe e con te. Utilizza le “4 domande” per guidare il tuo feedback.

Ospitare un incontro individuale
Fornire un incontro personale con uno studente è uno dei mezzi più efficaci per fornire feedback. Lo studente non vedrà l’ora di avere l’attenzione e ti darà l’opportunità di porre le domande necessarie. Un incontro individuale dovrebbe essere generalmente ottimista, in quanto ciò incoraggerà lo studente a guardare con impazienza al successivo incontro.
Come per tutti gli aspetti dell’insegnamento, questa strategia richiede una buona gestione del tempo. Prova a incontrare uno studente mentre gli altri studenti lavorano in modo indipendente. Pianifica le riunioni in modo che non durino più di 10 minuti all’interno della stessa classe.

Il feedback degli studenti può essere fornito verbalmente, non verbalmente o in forma scritta
Assicurati di tenere sotto controllo il tuo sguardo mite. È imperativo il dover esaminare i nostri segnali non verbali. Anche le espressioni facciali e i gesti sono mezzi per fornire feedback. Ciò significa che quando restituisci quel foglio, è meglio non accigliarsi.

Concentrati su una capacità
Ha un impatto maggiore sullo studente quando viene valutata una sola abilità rispetto all’intero che è al centro di tutto ciò che potrebbe essere sbagliato. Ad esempio, quando poniamo un problema aritmetico, anche a livello elementare, avvisiamo gli studenti che per quel giorno controlleremo solo le operazioni in colonna, o solo la risposta finale o la forma del testo problematico (errori grammaticali o ortografici). Quando si corregge, dunque, quello e solo quello deve essere il mio obiettivo invece di tutti gli altri aspetti. Il giorno successivo sarà caratterizzato da un nuovo focus.
Date di scadenza alternative per i tuoi studenti / classi
Utilizza questa strategia quando valuti documenti o test. Questa strategia ti offre il tempo necessario per fornire feedback scritti di qualità. Ciò può includere anche l’utilizzo di un diagramma di rotazione con cui gli studenti possono conversare a un livello più profondo e significativo. Gli studenti sapranno anche quando è il loro turno per incontrarti (specie in questo momento di classi virtuali che impediscono il rapporto diretto con l’insegnante) e sono più propensi a porgere le loro domande durante la conversazione.

Educare gli studenti a scambiarsi feedback
Modella per gli studenti l’aspetto e il suono del feedback appropriato. Un insegnante elementare chiamerebbe ciò “conversazione tra pari”. Formare gli studenti a fornirsi reciprocamente un feedback costruttivo in modo positivo e utile, deve essere la nostra mission. Incoraggia gli studenti a utilizzare post-it per registrare il feedback fornito.

Chiedere a un altro adulto di fornire un feedback agli studenti
Il preside della scuola in cui insegno spesso si offre volontario per classificare i test di storia o leggere i brani di scrittura degli studenti. Puoi immaginare come la qualità del lavoro dello studente sia decuplicata! Se il preside è troppo occupato (e la maggior parte lo è), invita un insegnante “ospite” o un insegnante studente a valutare il lavoro.

Chiedi allo studente di prendere appunti
Durante una conversazione o un’interrogazione su un test, un foglio o un “check in” generale, chiedi allo studente di scrivere mentre tu parli. Lo studente può utilizzare un taccuino per prendere appunti mentre fornisci il feedback verbale.

Utilizzare un taccuino per tenere traccia dei progressi degli studenti
Conserva una sezione di un taccuino per ogni studente. Scrivi commenti giornalieri o settimanali datati su ogni studente, se necessario. Tieni traccia delle buone domande che lo studente pone, problemi comportamentali, aree di miglioramento, punteggi dei test, ecc. Ovviamente questo richiede una gestione essenziale del tempo, ma quando è il momento di parlare con uno studente o un genitore, sei pronto per partire.

Restituire test, documenti o schede di commento all’inizio della lezione
Restituire documenti e test all’inizio della lezione, piuttosto che alla fine, consente agli studenti di porre le domande necessarie e di tenere una discussione pertinente.

Usare dei post-it è fondamentale 
A volte vedere un commento scritto è più efficace che ascoltarlo ad alta voce. Durante l’orario di lavoro, prova a scrivere commenti di feedback su un post-it. Posiziona la nota sulla scrivania dello studente a cui è destinato il feedback. Uno dei miei ex studenti aveva difficoltà a mantenere l’attenzione durante la somministrazione di un compito e si sentiva frustrato e imbarazzato quando lo richiamavo per i suoi comportamenti disattenti di fronte alla classe.
Quindi si chiudeva e si rifiutava di fare qualsiasi lavoro perché era arrabbiato in quanto si sentiva umiliato. Ho fatto ricorso all’uso di post-it per indicare quando era impegnato o meno. Sebbene non sia stato l’uso più efficace del tempo a disposizione in classe, ha funzionato davvero per lui.

Dare una lode sincera, incentiva lo studio 
Gli studenti sono pronti a capire quali insegnanti usano elogi senza senso per ottenere l’approvazione. Se dici costantemente ai tuoi studenti “Buon lavoro” o “Buon lavoro”, nel tempo queste parole diventano prive di significato. Se sei entusiasta dei recenti comportamenti di uno studente sul compito, vai ben oltre con l’incoraggiamento e la lode.
Telefona a casa per far sapere a mamma o papà quanto sei entusiasta del comportamento dello studente. Commenti e suggerimenti all’interno del feedback autentico dello studente dovrebbero anche essere “mirati, pratici e basati su una valutazione di ciò che lo studente può fare ed è in grado di ottenere” (Dinham).

“Ho notato …”
Sforzati di notare il comportamento o l’impegno di uno studente in un compito. Per esempio; “Ho notato che quando hai raggruppato correttamente nella colonna delle centinaia, hai risolto il problema.” “Ho notato che sei arrivato in tempo a lezione per tutta la settimana.” Riconoscere uno studente e gli sforzi che stanno compiendo contribuisce notevolmente a influenzare positivamente il rendimento scolastico.

Fornisci un modello o un esempio
Comunica con i tuoi studenti lo scopo di una valutazione e / o il feedback degli studenti. Dimostra agli studenti cosa stai cercando di fare o di valutare, fornendo loro un esempio di come appare un documento “con lode” o un compito “non adeguato”. Ciò è particolarmente importante ai livelli di apprendimento superiori.

Invita gli studenti a darti un feedback
Ricordi quando hai finito ciclo di lezioni all’università e ti è stata data la possibilità di “votare” il professore? Quanto è stato bello dire finalmente al professore che il materiale di lettura era così incredibilmente noioso senza preoccuparsi che influisse sul tuo voto? Perché non lasciare che gli studenti ti diano un feedback su come sei come insegnante?
Fai in modo che possano farlo in modo anonimo. Cosa gli è piaciuto della tua classe? Cosa non gli è piaciuto? Se insegnassero alla classe, cosa farebbero diversamente? Cosa hanno imparato di più da te come insegnante? Se siamo aperti, impareremo rapidamente alcune cose su noi stessi come educatori. Ricorda che il feedback va in entrambe le direzioni e come insegnanti è saggio non smettere mai di migliorare e affinare le nostre capacità di insegnanti.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur