Zazzera (IDV), riforma licei disastrosa

di redazione
ipsef

AGENPARL – "Il governo sul riordino della scuola secondaria, in vista del prossimo anno scolastico, è in preda alla confusione più totale. In Puglia, ad esempio, come ho denunciato in un’interrogazione presentata al ministro Gelmini sulla base delle dichiarazioni rese dal presidente dell’ufficio scolastico regionale della regione Puglia, si prevede un taglio di 1800 cattedre di insegnamento, circostanza che di fatto impedirà di garantire un’offerta formativa pubblica di qualità, soprattutto per quanto riguarda i licei musicali e coreutici”.

AGENPARL – "Il governo sul riordino della scuola secondaria, in vista del prossimo anno scolastico, è in preda alla confusione più totale. In Puglia, ad esempio, come ho denunciato in un’interrogazione presentata al ministro Gelmini sulla base delle dichiarazioni rese dal presidente dell’ufficio scolastico regionale della regione Puglia, si prevede un taglio di 1800 cattedre di insegnamento, circostanza che di fatto impedirà di garantire un’offerta formativa pubblica di qualità, soprattutto per quanto riguarda i licei musicali e coreutici”.

Lo dichiara in una nota l’on. Pierfelice Zazzera, capogruppo di Idv in Commissione Cultura alla Camera. “Sono profondamente insoddisfatto della risposta che il governo ha dato oggi alla mia interrogazione in commissione, poiché è stata evasiva circa il merito della questione da me posta e si è limitata a un generico je accuse rivolte a destra e a manca” spiega Zazzera. “La verità è che il governo nega quello che è sotto gli occhi di tutti, ovvero che la riforma dei licei è un disastro totale, che la scuola è allo stremo, che non ci sono i soldi neppure per la carta igienica, che manca la possibilità di organizzare l’anno scolastico” conclude il capogruppo di Idv in commissione cultura alla Camera.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione