Zangrillo: “Il prossimo rinnovo contrattuale sarà una priorità della legge di bilancio. Ma non si potrà recuperare del tutto l’inflazione”

WhatsApp
Telegram

“Sono stato al ministero dell’Economia in vista della messa a punto della Nota di aggiornamento al documento di economia e finanza. Ho rappresentato il fatto che è già passato un anno e mezzo del prossimo triennio contrattuale. Ho trovato il ministro sensibile all’argomento. Senza fare cifre, abbiamo convenuto che il tema sarà una delle priorità della legge di Bilancio”.

Lo ha detto il Ministro della Pubblica Amministrazione Paolo Zangrillo in un’intervista rilasciata al Ministero.

Zangrillo avverte: “Però è chiaro che non tutto il recupero dell’inflazione potrà avvenire con il contratto. Se sommiamo l’incremento dell’indice Ipca atteso tra il 2022 e il 2024 arriviamo al 15-16 per cento. Servirebbero più di 30 miliardi, è irrealistico pensare di trovarli. Non possiamo scassare i conti dello Stato. Quindi una parte del beneficio ai lavoratori arriverà anche dalle misure fiscali che riguardano tutti i contribuenti”.

Io per prima cosa mi sono preoccupato di completare i rinnovi 2019-2021 visto che, quando sono arrivato al ministero, 2,4 milioni di lavoratori aspettavano ancora. Ora mancano solo i dirigenti medici e degli enti locali, ma auspico che per questo settore strategico si possa chiudere a breve“, ha aggiunto il Ministro.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri