Zanda (PD): ci sono le assunzioni da fare, non servono in 15 giorni in più

WhatsApp
Telegram

Il capogruppo del PD Luigi Zanda afferma che per l'approvazione del DDL Scuola, da cui dipenderà il piano straordinario di immissioni in ruolo di 100.701 unità, non sono necessari i 15 giorni in più ai quali ha accennato il Premier Renzi.

Il capogruppo del PD Luigi Zanda afferma che per l'approvazione del DDL Scuola, da cui dipenderà il piano straordinario di immissioni in ruolo di 100.701 unità, non sono necessari i 15 giorni in più ai quali ha accennato il Premier Renzi.

"Non credo saranno necessari, penso ne servano meno. Le decisioni vanno prese in fretta, ci sono persone che aspettano le assunzioni e la scuola deve iniziare regolarmente alla fine dell'estate".

Zanda precisa "si prevede di assumere centomila precari e altri 60 mila nel 2016 per concorso. Per un Paese in grandissime difficoltà economiche, aver finanziato in modo consistente scuola ed edilizia scolastica è uno sforzo molto grande e mi dispiace che questa volontà positiva non sia stata compresa".

Zanda fa anche riferimento agli emendamenti più accreditati che potrebbero essere accolti nel testo al Senato "Abbiamo fatto un grosso lavoro, che non è finito. Si è deciso che la valutazione dei presidi venga affidata a ispettori ministeriali assunti per concorso. E' stato accolto il limite di due trienni per l'incarico dei presidi e approfondito il tema della valutazione dei docenti. Abbiamo previsto premi per la professionalità decisi dalla scuola e non solo dal preside, messo limiti ai bonus dei contributi privati"

Possibili modifiche che però hanno subito scatenato la reazione da parte di alcuni Dirigenti Scolastici.

900 Dirigenti Scolastici: si ponga limite alle infinite richieste dei docenti. Per i DS incarichi a rotazione, ma non adeguamento retribuzione

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023: requisiti di accesso e corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, offerta in scadenza