Zampa: “Non possiamo immaginare di non tenere le scuole aperte e attive”

Stampa

‘Il Governo ha già emesso una circolare, noi indichiamo il test rapido a scuola, dove si può si parte immediatamente e molte realtà sono già partite”.

“Sappiamo che è importantissimo che si torni il prima possibile alla normalità. Sappiamo anche che la scuola porterà con sé inevitabilmente qualche elemento di rischio in più ma il Paese ha convenuto che la scuola è una opportunità di crescita e di vita per i bambini tale per cui non si può immaginare di non tenere le scuole aperte e attive”.

Lo ha detto la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa, che ha visitato l’ospedale pediatrico Giovanni XXIII e il Policlinico di Baridove si è vaccinata contro l’influenza, a proposito dei casi di covid-19 che stanno emergendo nelle scuole.

”Bisogna avere molte attenzioni e moto rigore nel seguire le regole”, ha aggiunto. ”Una volta in classe i bambini sono in sicurezza, quello che non va spesso è quello che avviene fuori dalle scuole, dove ci sono assembramenti, feste di compleanno. E’ difficile rinunciare alle cose della vita – ha sottolineato Zampa – ma, se le si pratica, bisogna avere molti accorgimenti e la mascherina è uno di  questi. I bambini non la amano ovviamente ma meglio la mascherina che il rischio di diffondere il contagio. Per fortuna gli studi mostrano che i bambini sono più robusti ma dobbiamo tutelare tutta la comunità”. 

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia