Per zaini e diari e astucci non si bada a spese. Ma le famiglie si indebitano

Di
WhatsApp
Telegram

Il ritorno a scuola è fashion. Una vera e propria sfilata di moda, per la quale molti studenti spendono anche 200 euro.

Il ritorno a scuola è fashion. Una vera e propria sfilata di moda, per la quale molti studenti spendono anche 200 euro.

Secondo Skuola.net zaino, diario e astuccio sono infatti dei veri e propri status symbol per i ragazzi, pronti a dilapidare i propri risparmi in oggetti utili per la scuola. Così, 1 su 4 confessa che spenderà la maggior parte dei soldi dedicati agli accessori scolastici per il diario, e 1 su 3 afferma che sarà invece lo zaino l’investimento più importante di questi primi giorni di scuola. Libri a parte, ovviamente. A conti fatti, sono ben 2 su 5 a dichiarare di essere disposti a spendere, quest’anno, più di 100 euro nel solo corredo scolastico, mentre 1 su 4 non baderà a spese e addirittura ne spenderà dai 200 in su. Il campione analizzato è di 3.100 studenti.

Eppure l’Osservatorio mensile Findomestic ci riporta altri dati, segno di un’Italia che arranca anche su questo. Corredo scolastico, libri e accessori potrebbero costringere il 5% delle famiglie ad indebitarsi. Leggi tutto

Come leggere questi dati? Da una parte la voce degli studenti, disposti a spendere fino a… (ma avranno parlato con i genitori e con il budget disponibile prima di rispondere al sondaggio?) dall’altra i genitori che, conti alla mano, rappresentano uno spaccato sociale certo non incoraggiante.

Tra l’altro nessuna delle due indagini mette in rilievo la condizione economica di partenza, nè le scuole frequentate da chi ha risposto al sondaggio.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA