Zaia: “Con la didattica a distanza avremo 200mila persone in meno ad utilizzare i trasporti”

Stampa

“Partendo con la didattica a distanza avremo 200 mila persone in meno che useranno il trasporto pubblico”. Lo ha affermato il presidente del Veneto, Luca Zaia, a proposito dei sovraffollamenti nei mezzi pubblici.

“Oggi – ha aggiunto Zaia – non c’è contezza scientifica sui contagi nei mezzi. I treni non competono a noi, il trasporto pubblico locale su gomma non sono società nostre, solitamente sono pubbliche ma non della Regione. C’è l’obbligo dell’80% della capienza, e in alcuni casi che ho segnalato c’è effettivamente un sovraffollamento, soprattutto sull’urbano. Ricordo che l’80% della capienza prevede comunque persone in piedi”, ha concluso.

Stampa

Eurosofia organizza la III edizione di [email protected] Aiutiamo i giovani a progettare il loro futuro in modo consapevole