WWF: Disperdere mascherine monouso sarebbe disastro ambientale senza precedenti

Stampa

L’obbligo della mascherina in classe potrebbe tramutarsi in un allarme per l’ambiente se non dovesse essere sollecitata la massima attenzione a non disperderle anche accidentalmente.

A lanciare l’allarme è il WWF, la più grande organizzazione mondiale per la conservazione di natura, habitat e specie in pericolo.

Secondo un calcolo fatto a spanne dall’ente no profit a fine anno circa 68 milioni di mascherine potrebbero finire disperse nell’ambiente. Il numero è ricavato dai dati sul numero degli studenti pubblicato sul sito del ministero dell’Istruzione in considerazione di una preferenza all’uso “prioritariamente” della mascherina chirurgica monouso anche per il personale scolastico.  Secondo il WWF basta che anche un solo ragazzo per classe disperda nell’ambiente (anche involontariamente) una mascherina, ogni giorno verrebbero rilasciate in natura 1,4 tonnellate di plastica. E’ come se ogni giorno venissero gettate nell’ambiente 100mila bottigliette di plastica: un disastro ambientale senza precedenti.

Per questo motivo è stata lanciata la campagna “Non deve finire così” con l’obiettivo scontato di richiamare l’attenzione delle scuole sui temi ambientali a partire proprio dalle mascherine. 

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!