Wi-Fi nelle scuole. Quindicenne inglese allergica alle onde si uccide

Stampa

Jenny Fry, 15enne dell'Oxfordshire, dopo anni di sofferenza a causa di una particolare allergia alle onde del router,si è impiccata nella foresta vicino l'abitazione di famiglia a Chadlington.

Jenny Fry, 15enne dell'Oxfordshire, dopo anni di sofferenza a causa di una particolare allergia alle onde del router,si è impiccata nella foresta vicino l'abitazione di famiglia a Chadlington.

I genitori di Jenny hanno dichiarato agli inquirenti che la figlia soffriva dal 2012 di elettro-ipersensività (EHS), che le causava spossatezza, mal di testa e problemi alla vescica. 

La madre ha raccontato agli inquirenti che spesso la figlia si allontanava dall'aula della scuola per cercare posti lontani dal router e fare i suoi compiti: "Ho avuto un violento scontro con gli insegnanti per far capire loro che Jenny era allergica al WiFi, ma loro continuavano a punirla perché usciva di continuo dall'aula. Jenny ha iniziato a mostrare i segni dell'EHS nel 2012  e sono stata io a fare ricerche sulla pericolosità del WiFi togliendolo da casa, ma lei continuava a star male in certe zone della scuola".

La ragazza più volte aveva richiesto un aiuto: "Non voleva un medico, ma un consulente scolastico che la aiutasse. Non appena si allontanava da un router stava meglio e così andava spesso in zone della scuola non coperte da connessione per lavorare".

I genitori stanno promuovendo una campagna per rimuovere il WiFi dalle nursery e dalle scuole, cercando di spingere il governo a finanziare la ricerca: "Non sono contro la tecnologia – ha concluso la madre – ma penso che le scuole debbano ridurre l'uso del WiFi".

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur