#vogliamoinsegnare! I precari della scuola e gli aspiranti insegnanti si attivano il #9o

WhatsApp
Telegram

comunicato – Aspiranti insegnanti, abilitandi e abilitati, precari della II fascia, si attivano il 9 ottobre, in concomitanza con la mobilitazione nazionale studentesca lanciata dalla Rete della Conoscenza, partecipando ai cortei e alle iniziatve che si svolgeranno in tutta Italia e prendendo parola con una fotopetizione con gli hashtag #9o e #vogliamoinsegnare con le seguenti rivendicazioni:

comunicato – Aspiranti insegnanti, abilitandi e abilitati, precari della II fascia, si attivano il 9 ottobre, in concomitanza con la mobilitazione nazionale studentesca lanciata dalla Rete della Conoscenza, partecipando ai cortei e alle iniziatve che si svolgeranno in tutta Italia e prendendo parola con una fotopetizione con gli hashtag #9o e #vogliamoinsegnare con le seguenti rivendicazioni:

inserimento della II fascia nelle Gae, riconoscimento del valore concorsuale dell’abilitazione, attivazione di un III ciclo di TFA, recupero delle cattedre tagliate dalla Riforma Gelmini.

"La situazione della scuola pubblica sconta anni di politiche miopi hanno portato da un lato classi sempre più numerose e la caduta del rapporto docenti-studenti, dall’altro alla formazione di sacche di precariato, spesso messe in competizione fra loro" – dichiara Alessandra Operamolla, Presidente Nazionale di ADAM – Associazione Docenti Abilitati per Merito – "Coloro che vivono questa situazione sperimentano ogni giorno sulla loro pelle la frammentazione e la precarizzazione del lavoro della conoscenza, con la frustrazione di un futuro lavorativo senza certezze".

"L'approvazione autoritaria della c.d. Buona Scuola ha comportato novità importanti sia rispetto al tema dell’accesso al ruolo sia in tema di abilitazione! – dichiara Daniela Servello del Coordinamento TFA II Ciclo – "E' stata rifiutata l’istanza portata avanti da molti abilitati con Pas, Tfa, SFP e diploma magistrale e cioè che all’abilitazione fosse riconosciuto valore concorsuale, come previsto prima della pubblicazione del Decreto per la chiusura delle Graduatorie ad Esaurimento".

"Anche per i non abilitati la legge 107/15 contiene importanti novità, poiché gli attuali sistemi di abilitazione sono sostituiti da un concorso che darà accesso a tre anni di tirocinio retribuito" – dichiara Alberto Campailla, Portavoce Nazionale di Link – Coordinamento Universitario – "Ribadiamo la necessità di una disciplina transitoria, che individuiamo in un terzo ciclo di Tfa con importanti correttivi: accesso ai servizi del diritto allo studio, progressività della tassazione ( che ad oggi raggiunge i 2.500€ annui, indipendentemente dalla situazione economica) e una formazione dei futuri insegnanti più calibrata sulle reali esigenze dell’insegnamento".

"Questo anno di mobilitazione non si è concluso con l'approvazione della Legge e anzi ha visto rafforzarsi la collaborazione e l'unitarietà di richieste tra coloro che vivono il mondo della scuola" – dichiara Riccardo Laterza, Portavoce nazionale della Rete della Conoscenza – "Lo dimostra il fatto che gli studenti saranno di nuovo in piazza il giorno 9 ottobre per rivendicare investimenti sul diritto allo studio e opporsi all'applicazione della Buona Scuola in tutte le scuole.

Partecipa all'evento #vogliamoinsegnare
https://www.facebook.com/events/145773919110838/

ADAM – Associazione Docenti Abilitati per Merito

Coordinamento Docenti Precari (CDP)

Coordinamento TFA II Ciclo

Link – Coordinamento Universitario

Rete della Conoscenza

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur