Vogliamo più attenzione per la scuola. Lettera aperta a Di Maio

WhatsApp
Telegram

Coordinamento Nazionale contro la legge 107 – Lettera aperta. Oggetto: richiesta incontro On. Luigi Di Maio. 

Il 19 dicembre 2018 e il 24 Gennaio 2019 abbiamo inviato una richiesta d’incontro con Luigi Di Maio, formalizzata da una rappresentanza nazionale d’insegnanti italiani “Coordinamento Nazionale contro la legge 107”.

A Tutt’oggi non è stata fornita nessuna risposta.

Vogliamo ricordare che la maggioranza degli insegnanti, alle elezioni dello scorso 4 marzo, ha sostenuto attivamente il Movimento 5 Stelle.

La scuola e gli insegnanti non sono la ruota di scorta, sono uno dei pilastri fondanti del nostro Paese.

L’ex governo a gestione PD ha disatteso con arroganza le istanze degli insegnanti, trainando l’istruzione italiana nel baratro.

A tutto ciò, i docenti, hanno fortemente reagito, punendo elettoralmente tutti quei partiti politici e governi che, volutamente, hanno calpestato la scuola.

Gli insegnanti hanno un fortissimo peso elettorale, sono ben radicati nel territorio e godono di credibilità nella società.

Lo scopo degli insegnanti è quello di rendere la scuola pubblica e statale efficientissima, sia sul piano didattico, sia sul piano delle competenze e del sapere.

Il ruolo della politica e del governo è quello di garantire la giusta ed adeguata efficienza all’istruzione.

Proroghiamo la richiesta d’incontro con l’onorevole e capo politico del M5S, On. Luigi Di Maio, per sottoporre interessanti proposte in merito.

In attesa di un positivo riscontro, Le auguriamo buon lavoro

Riziero Agostinelli

Seguono firme di altri 50 Professori

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri