Vizzini (Misto): “Ripartenza a settembre sarà all’insegna di caos e DAD”

Stampa

“Mi stupisce che la Ministra Azzolina riferisca alla Camera che le famiglie sono state travolte da toni apocalittici della politica. Forse non ha ben compreso che i toni preoccupati provengono proprio dalle stesse famiglie che sono state lasciate sole a partire dal mese di marzo”.

vaE’ quanto afferma in una nota l’On. Gloria Vizzini commentando le parole della Ministra Azzolina durante l’informativa alla Camera dei Deputati.

“Sul futuro della scuola è forte il grido di allarme che riecheggia da nord a sud del Paese. Da Milano a Palermo, passando per Firenze e Roma, i quotidiani di oggi certificano come migliaia di studenti in tutto il Paese rimarranno fuori dalle classi. Contrariamente a quanto promesso più volte nelle scorse settimane, la Ministra Azzolina ha confermato anche oggi che la Didattica a Distanza sarà una soluzione che verrà praticata in tutte le scuole del Paese sia in maniera straordinaria ma anche nell’ordinario, delegando il problema all’autonomia scolastica a cui verranno fornite le ennesime linee guida; a nulla sono valsi mesi di appelli accorati per una programmazione fatta tempestivamente proprio per evitare lo scenario che ora appare certo. A pagare il conto salato di questa impreparazione chi saranno? Come al solito le famiglie, che si dovranno far carico di un problema che grava sulle loro spalle dal mese di marzo, e i docenti che dovranno trasformarsi in acrobati e trapezisti, capaci di saltare da una lezione di latino in classe ad una chiara ed esauriente spiegazione a distanza della sesta bolgia dell’inferno dantesco, quella degli ipocriti” ha concluso Vizzini.

Stampa

Acquisisci le indispensabili competenze sulla Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un ciclo formativo tecnico/pratico