Visite fiscali, per la scuola stanziati 17,5 milioni

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Pubblicato in G.U. il decreto di ripartizione alle Regioni delle risorse destinate alle visite fiscali nella PA, effettuate nel 2016 dalle ASL .

Le risorse stanziate ammontano a 17,5 milioni di euro.

La quota maggiore è destinata alla Lombardia (2, 9 milioni id euro), cui seguono Lazio (1,682 milioni) e Campania (1,624 milioni).

Ai suddetti 17,5 milioni di euro, come ha dichiarato all’Ansa il vice segretario nazionale per il settore Inps della Federazione dei medici di medicina generale (Fimmg), Silvio Trabalza, si devono aggiungere quelli destinati alle scuole, circa 25,3 milioni, che saranno stanziati tramite un apposito decreto previsto per il mese di novembre. A tali importi, infine, bisogna aggiungere quelli da stanziare per il ministero dell’Interno.

Il totale delle somme da destinare alle visite fiscali nella P.A., come affermato dallo stesso Trabalza, si aggira intorno ai 60 milioni l’anno, quindi al di sotto dei 70 milioni al massimo previsti dalla legge.

Dal 1° settembre, come abbiamo già riferito, il sistema cambia, in quanto non saranno più le ASL ma il Polo Unico dell’Inps ad occuparsi delle visite fiscali dei dipendenti pubblici.

Per i rimanenti  mesi del 2017 è previsto uno stanziamento di 17 milioni che, sulla base del decreto Madia, saranno 35 nel 2018 e 50 a partire dal 2019.

Visite fiscali. L’algoritmo Savio individuerà i “malati” seriali, invariati gli orari di reperibilità

Malattia, dal 1° settembre novità per le visite fiscali. Ecco quali

Visite fiscali, quali sono le novità: dalla reperibilità alle certificazioni. Scheda gratuita

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione