Visite fiscale, i soggetti esclusi dal rispetto delle fasce di reperibilità

Stampa

Il decreto n. 206/2017 ha dettato le norme per lo svolgimento delle visite fiscali e per l’accertamento delle assenze dal servizio per malattia, nonché l’individuazione delle fasce orarie di reperibilità. 

Ne abbiamo già parlato in: Riforma visite fiscali e assenze per malattia, pubblicato in G.U. il decreto. Quali novità?

L’articolo 4 del decreto individua i soggetti esclusi  o meglio le cause che fanno venire meno l’obbligo di rispettare le fasce di reperibilità.

Queste le cause:

  • patologie gravi che richiedono terapie salvavita;
  • causa di servizio riconosciuta che abbia dato luogo all’ascrivibilità della menomazione unica o plurima alle prime tre categorie della Tabella A allegata al decreto del Presidente della Repubblica 30 dicembre 1981, n. 834, ovvero a patologie rientranti nella Tabella E del medesimo decreto;
  • stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta, pari o superiore al 67%.

Le fasce di reperibilità per il personale della scuola,come già riferito, non hanno subito dei cambiamenti: Malattia, non cambiano le fasce orarie in cui essere reperibili, obbligo anche per giorni festivi

Qui la nostra scheda su tutte le novità.

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese