Visita di Bianchi a Firenze, l’assessore Nardini: “Lavoreremo per un ritorno in classe in presenza e in sicurezza”

Stampa

“Un momento importante per ripartire e mettere al centro la scuola. Abbiamo visto oggi bambine e bambini a cui brillavano gli occhi, davvero felici di stare insieme, in presenza, negli ambienti scolastici”.

Così si è espressa l’assessora all’istruzione Alessandra Nardini che ha accompagnato il ministro all’istruzione Patrizio Bianchi in visita a Firenze all’Istituto comprensivo Piero della Francesca, uno di quelli che partecipano al Piano Estate nazionale, e poi alle due sedi fiorentine di Indire, l’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa.

“Sappiamo bene – ha continuato Nardini – che abbiamo alle spalle un anno molto complesso per le studentesse e gli studenti, per i docenti, per le famiglie. Credo quindi sia davvero fondamentale dedicare attenzione al periodo estivo per permettere momenti didattici e ricreativi in presenza. Adesso lavoreremo fin da subito perché la ripartenza del prossimo anno scolastico possa essere in presenza e in sicurezza. Questo è l’impegno che porterà avanti la Regione Toscana e le parole del ministro Bianchi sono un messaggio importante che arriva al nostro territorio”.

Nardini ha quindi commentato anche la seconda tappa, la visita alle sedi di INDIRE.

Abbiamo bisogno di innovare il nostro sistema scolastico dal punto di vista didattico – ha detto Nardini – ma anche per quanto riguarda gli ambienti e Indire rappresenta una realtà importante che siamo felici di aver sul nostro territorio. La visita del ministro Bianchi dimostra la sua attenzione e la sua sensibilità nei confronti della Toscana e delle richieste che arrivano dal mondo della scuola. E’ sull’innovazione dell’Istruzione che si gioca la sfida del rilancio del nostro Paese”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur