Violenze a scuola. Crepet “troppo buonismo, genitori dicono sempre di sì”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Lo psichiatra Paolo Crepet intervenendo alla trasmisione Tagadà di La7 ha ribadito il suo pensiero sulla deriva educativa, che coinvolge famiglie e scuola.

“Quando il buonismo educativo è così pregnante, non va bene. Noi non abbiamo più figli, ma piccoli Budda a cui noi siamo devoti, per cui possono fare tutto. Siamo diventati genitori che dicono sempre di si. Ma questo è sbagliato, quando diventeranno grandi ci sarà qualcuno che gli dirà di no” afferma Crepet.

In una lunga intervista a OrizzonteScuola lo psichiatra aveva parlato dei danni che gli adulti e la scuola fanno ai nostri ragazzi.

Una scuola che non boccia è una scuola marcia. Crepet, vogliamo il male di chi abbiamo messo al mondo

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione