Violenza sulle donne, Salvini: “La scuola non può arrivare ovunque. Docenti dopo 5-6 ore non hanno più contatti con i ragazzi”

WhatsApp
Telegram

Il ministro dei Trasporti e vice premier, Matteo Salvini, commenta la vicenda della morte Giulia Cecchettin, evidenziando come il ruolo fondamentale a livello educativo nella società è rivestito dalla famiglia, non dalla scuola.

Lo dico da papà: la scuola deve fare la scuola, la società la società, le le istituzioni le istituzioni, ma la famiglia deve fare la famiglia“, dice il leader della Lega.

E’ chiaro che la scuola non può arrivare ovunque, così come il sindaco o il ministro. Sono la mamma e il papà che devono capire se hanno in casa qualcuno che rischia di diventare un problema“, aggiunge.

Maestri e prof dopo 5-6 ore non hanno più contatto con i ragazzi. Non si può pensare che possa essere solo la scuola a risolvere“, conclude il Ministro.

Leggi anche

Per Giulia e tutte le donne vittime di violenza: domani alle 11 un minuto di silenzio nelle scuole. Il 22 presentazione piano “Educare alle relazioni”. NOTA

Crepet: “I genitori sbagliano a giustificare i ragazzi sempre e comunque. Vanno male a scuola? Colpa dei professori. Vengono bocciati? Ricorso al Tar”

Giulia Cecchettin, il toccante monologo della tiktoker Sara Penelope Robin sulla violenza contro le donne [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri