Violenza sugli insegnanti, il Senato chiede al governo di istituire osservatorio nazionale sulla sicurezza del personale scolastico: “Docenti e Ata meritano rispetto”

WhatsApp
Telegram

La 7a Commissione del Senato (Istruzione e Cultura) ha evidenziato l’urgenza di una risposta ferma da parte delle istituzioni in seguito all’allarmante aumento degli episodi di violenza a danno degli insegnanti e del personale scolastico.

Questi episodi stanno colpendo la vita collettiva nella scuola, l’autorevolezza e il prestigio del corpo docente, minando il patto di fiducia tra le famiglie e gli insegnanti, e incidendo negativamente sul diritto allo studio delle giovani generazioni.

Per i senatori, le istituzioni sono tenute a contrastare tali fenomeni, restituendo centralità alla figura del docente, garantendo agli insegnanti e al personale scolastico la possibilità di svolgere le loro funzioni in un contesto lavorativo sereno e favorendo la ricomposizione del patto educativo tra scuola e famiglie.

La Commissione ha preso atto con favore della scelta del Ministro dell’Istruzione e del Merito di garantire la rappresentanza e la difesa legale del personale scolastico tramite l’Avvocatura dello Stato. Tuttavia, le disposizioni vigenti che forniscono alle istituzioni scolastiche strumenti per prevenire e contrastare la violenza non risultano sufficientemente efficaci.

Inoltre, è stato ritenuto opportuno che il Governo istituisca un osservatorio nazionale sulla sicurezza del personale scolastico presso il Ministero dell’Istruzione e del Merito con compiti specifici, tra cui monitorare gli episodi di violenza, promuovere studi e analisi, diffondere buone prassi in materia di sicurezza del personale scolastico e riferire annualmente al Parlamento e al Governo sulla propria attività.

Infine, il Governo è impegnato a informare la società civile sul necessario rispetto che merita il lavoro del personale scolastico e a sostenere o assumere iniziative legislative dirette a modificare il codice penale per aggravare le pene nel caso di atti illeciti consistenti in violenza o minaccia a danno di insegnanti.

Marti (Lega): “Rapporto di fiducia scuola-famiglia si sta sgretolando, occorre intervenire”

Il presidente della Commissione Cultura al Senato, Roberto Marti, ha dichiarato che trattare il fenomeno della violenza contro insegnanti e personale scolastico in Commissione è stato prioritario. Questo perché era importante analizzare il problema da un punto di vista sociale, psicologico e ascoltando le testimonianze di chi è stato vittima o di chi ha raccontato la propria esperienza ai media. Il presidente ha sottolineato che gli episodi di violenza sono la fotografia di un rapporto di fiducia tra scuola e famiglia che si sta sgretolando.

Per affrontare questo problema, il presidente ha suggerito l’istituzione di un Osservatorio nazionale sulla sicurezza del personale scolastico, che abbia il compito di monitorare gli episodi di violenza e tutti gli eventi sentinella che potrebbero sfociare in minacce o violenze, monitorare l’attuazione delle misure di prevenzione e protezione per garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro, promuovere la diffusione di buone prassi in materia di sicurezza del personale scolastico e organizzare corsi di formazione per il personale scolastico per prevenire e gestire situazioni di conflitto.

L’Osservatorio, secondo Marti, potrebbe lavorare in sinergia con il Tavolo permanente di confronto tra le associazioni delle famiglie e le rappresentanze degli studenti, istituito dal Ministero dell’Istruzione, e contribuire a sensibilizzare la cultura del rispetto nella scuola e a ridare centralità e autorevolezza alla figura dell’insegnante. Questa iniziativa, secondo il presidente, sarebbe solo l’inizio per affrontare un tema delicato che richiede la collaborazione di tutti, compresa la comunità educante, le istituzioni e la società civile.

Bucalo (Fratelli d’Italia): “Necessario intervenire con tempestività”

Ella Bucalo, senatrice di Fratelli d’Italia e membro della Commissione Cultura del Senato, afferma che le audizioni sul tema della violenza contro gli insegnanti e il personale scolastico rappresentano un punto di partenza importante per affrontare un problema che sta diventando sempre più allarmante. La senatrice sottolinea la crescente frequenza di episodi di violenza, spesso perpetrati dagli studenti ma anche dai genitori, e la necessità per le istituzioni di intervenire per restituire autorevolezza ai docenti e agire a livello culturale sui ragazzi e le famiglie per ricostruire l’alleanza educativa.

Leggi anche

Valditara dice no alla sospensione per gli studenti che compiono atti di bullismo e rivela: “Già ricevute 4 segnalazioni di violenza sui docenti”

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri