Violenza su donne, Bongiorno (Lega): “Anche gli under 14 siano imputabili”

WhatsApp
Telegram

Nell’era moderna, dove l’informazione scorre rapidamente attraverso la rete e i social media, i giovani sono esposti a concetti e nozioni che un tempo venivano acquisite in età più avanzata. Questa prematura esposizione ha aperto una serie di interrogativi sulla violenza dei minori e sulle leggi ad essa associate.

La Lega, in risposta, sta elaborando una serie di proposte mirate, tra cui l’introduzione del Daspo per i minori sotto i 14 anni.

In un’intervista rilasciata a ‘Libero’, Giulia Bongiorno, avvocato e senatrice della Lega, sottolinea la necessità di rivisitare la soglia di imputabilità, attualmente fissata a 14 anni. Bongiorno, nota per la sua dedizione alla causa delle donne e alla loro protezione dalla violenza, esprime preoccupazione per l’attuale stato delle cose.

La violenza sulle donne, secondo la senatrice, non è un fenomeno nuovo. Tuttavia, i recenti casi riportati dai media sono solo la punta dell’iceberg. Molte donne, per svariate ragioni, decidono di non denunciare le aggressioni subite. Bongiorno evidenzia l’importanza di comprendere la natura specifica della violenza sulle donne, che spesso ha radici nella discriminazione e nella percezione della donna come un essere inferiore.

Anche i più giovani non sono esenti. Crescono in un mondo in cui, influenzati da internet e dai social media, sembrano credere in un distorto “diritto all’amplesso”. Ecco perché l’avvocato sottolinea l’importanza dell’educazione sessuale e della prevenzione. Il “diritto penale preventivo” proposto da Bongiorno intende informare apertamente i ragazzi sulle conseguenze delle loro azioni.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri