Violenza contro i bambini. Il Codacons:” Siano rese obbligatorie le telecamere nelle classi”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Due insegnanti sono state arrestate dai carabinieri nel Parmense con l’accusa di maltrattamenti nei confronti di bambini tra i 3 e i 5 anni, che erano costretti a subire violenze fisiche e psicologiche e punizioni restrittive.

Il Codacons chiede che siano obbligatorie le telecamere a scuola. “Oramai non esiste più alcun dubbio sulla necessità di installare sistemi di videosorveglianza negli asili e nelle scuole, per prevenire violenze sia a danno degli alunni che degli insegnanti , violenze che crescono di giorno in giorno – afferma il presidente Carlo Rienzi – La quasi totalità dei docenti è a favore dell’ introduzione delle telecamere nelle aule, unica misura in grado di individuare e punire comportamenti scorretti nelle scuola. I soli contrari sono i sindacati di categoria, che con il loro ostruzionismo ideologico rischiano di agevolare episodi come quello emerso oggi nel parmense”, aggiunge Rienzi, precisando che per tale motivo il Codacons chiede a Lega e M5S di inserire tra i primi provvedimenti del nuovo Governo l’ introduzione di sistemi di videosorveglianza nelle scuole, allo scopo esclusivo di prevenire maltrattamenti e violenze a danno degli alunni e atti di bullismo verso gli insegnanti.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione