Vincolo triennale: decorre dalla prossima mobilità

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

Il vincolo triennale previsto per coloro che parteciperanno alla mobilità 2019 continua ad essere motivo di incertezze e confusioni. Non coinvolge i docenti trasferiti su scuola quest’anno

Un lettore ci scrive:

Sono un insegnante  che, nella passata mobilità,  ha ottenuto il trasferimento direttamente su scuola richiesta. Sono bloccato con il vincolo triennale? Posso partecipare alla prossima mobilità?

Il vincolo triennale previsto nel nuovo contratto sulla mobilità obbliga i docenti coinvolti a rimanere per un triennio nella scuola di titolarità ottenuta con la mobilità 2019/20, senza poter chiedere trasferimento o passaggio

Quale decorrenza ?

Questa disposizione sarà applicata a decorrere dal prossimo anno scolastico 2019/20 e non avrà valore retroattivo relativamente ai docenti che hanno partecipato alla mobilità negli anni scolastici precedenti

Docenti coinvolti nel vincolo

Saranno sottoposti al vincolo di permanenza triennale i docenti che otterranno il movimento volontario in una scuola richiesta mediante preferenza analitica oppure i docenti che otterranno  trasferimento o passaggio nel comune di titolarità anche mediante preferenza sintetica, distretto sub-comunale per i trasferimenti e distretto sub-comunale o comune per i passaggi o per trasferimento su altra tipologia di posto (sostegno/posto comune e viceversa), come abbiamo chiarito in dettaglio nel nostro articolo

https://www.orizzontescuola.it/mobilita-su-scuola-per-il-2019-20-previsto-vincolo-triennale-quali-docenti-sono-coinvolti/

Nel caso del nostro lettore, che ha ottenuto il trasferimento su scuola nel corrente anno scolastico, non si applica alcun vincolo e potrà partecipare liberamente alla prossima mobilità

Tutto sulla Mobilità 2019

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads