Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Vincolo triennale dopo mobilità volontaria: è previsto sia per trasferimento che per passaggio

Stampa

Il vincolo triennale si applica dopo la mobilità volontaria su una scuola richiesta  analiticamente. Nessuna differenza tra mobilità territoriale e professionale

Una lettrice ci scrive:

“Sono una docente di scuola secondaria di primo grado, se quest’anno presentassi sia la richiesta di trasferimento su scuola, sia la richiesta di passaggio alla scuola secondaria di secondo grado e ottenessi il trasferimento su scuola, il prossimo anno non potrei presentare domanda per il passaggio di ruolo? “

Il docente che per il prossimo anno scolastico ottiene mobilità volontaria in una scuola richiesta con preferenza analitica sarà sottoposto al vincolo di permanenza triennale nella scuola e non potrà partecipare alla mobilità per i tre anni successivi

Riferimenti normativi

Il vincolo triennale, già previsto nell’art.22 comma 4 lettera a1) del CCNL 2016-2018, è stato ribadito nell’art.2 comma 2 del CCNI sulla mobilità, dove si esplicita quanto segue:

“[….] il docente che ottiene la titolarità su istituzione scolastica a seguito di domanda volontaria, sia territoriale che professionale, avendo espresso una richiesta puntuale di scuola, non potrà presentare domanda di mobilità per il triennio successivo. Nel caso di mobilità ottenuta su istituzione scolastica nel corso dei movimenti della I fase attraverso l’espressione del codice di distretto sub comunale, il docente non potrà presentare domanda di mobilità volontaria per i successivi tre anni. Tale vincolo opera all’interno dello stesso comune anche per i movimenti di II fase da posto comune a sostegno e viceversa, nonché per la mobilità professionale [….]

Vincolo triennale in seguito a mobilità territoriale e professionale

Il vincolo triennale, quindi, si applica, alle condizioni sopra indicate,  in seguito a qualsiasi movimento volontario, sia trasferimento, che passaggio di cattedra o passaggio di ruolo.

Il nostro lettore, quindi, se otterrà il trasferimento su una scuola richiesta, non potrà partecipare alla mobilità per un triennio e non potrà presentare per tre anni nessuna domanda di mobilità, neanche se si tratta di un movimento diverso rispetto a quello ottenuto e non potrà chiedere, quindi, passaggio di ruolo

Tutto sulla Mobilità 2019

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi