Mobilità, niente vincolo quinquennale: il blocco dei docenti neoassunti sarà ridotto a tre anni [VIDEO GUIDA E TESTO PDF]

Stampa

Ci sarebbe anche l’abolizione del vincolo quinquennale nel decreto Sostegni bis che è stato approvato dal governo. O meglio, una riduzione del blocco a tre anni. Lo ha confermato anche il Ministero dell’Istruzione tramite un comunicato stampa.

Tra le diverse misure previste per la scuola, c’è anche quella relativa all’abolizione del vincolo quinquennale dei docenti.

BOZZA DECRETO SOSTEGNI BIS

“Al comma 3 dell’articolo 399 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297- si legge – le parole: “cinque anni scolastici” sono sostituite dalle parole: “tre anni scolastici” e al comma 3 dell’articolo 13 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, le parole: “quattro anni” sono sostituite dalle parole: “due anni”. Al fine di tutelare l’interesse degli studenti alla continuità didattica, i docenti possono presentare istanza volontaria di mobilità non prima di tre anni dalla precedente, qualora in tale occasione abbiano ottenuto la titolarità in una qualunque sede della provincia chiesta”.

Fonti parlamentari sottolineano che la misura sarà valida a partire dal prossimo anno scolastico e dunque, non ci sarebbe la concessione dell’assegnazione provvisoria come richiesto dalle forze politiche.

Nel pomeriggio è arrivata la conferma anche dal Ministero: sarà possibile, anche per i neoassunti, chiedere la mobilità non dopo cinque anni scolastici dall’immissione in ruolo, come accade oggi, ma dopo tre anni di permanenza nella sede di servizio.

Una tempistica che tiene insieme il diritto alla continuità didattica degli studenti con la possibilità, scrive Viale Trastevere, per chi viene assunto in una sede distante da quella di residenza propria o della propria famiglia, di riavvicinarsi anticipatamente al domicilio. Sempre per settembre in raccordo con le Regioni, e nel rispetto della loro competenza in materia, si lavorerà per uniformare la data di avvio delle lezioni.

Decreto Sostegni bis, 350 milioni per l’inizio dell’anno scolastico, 50 milioni per le paritarie: ecco cosa prevede il provvedimento. [BOZZA]

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur