Vincolo quinquennale, un passo in avanti, ma non basta: in Parlamento occorre fare di più. Lettera

Stampa

Inviato da Angela Mancusi “No al vincolo” – Il vincolo di cui alla legge 159 /2019 da quinquennale passa ad essere triennale, ovviamente questo vale anche per gli immessi in ruolo 2020/21 e 2019/20, l’anno in corso fa parte del triennio.Si tratta di un passo in avanti, ma non basta.

Abbiamo bisogno di andare ben oltre e abolire tout court il vincolo per gli effetti che crea sulle famiglie e in particolare sulle donne lavoratrici della scuola e anche perché scoraggia le stesse immissioni in ruolo e l’istituto della call veloce introdotto dalla legge 159 e che peraltro quest’anno non si farà sempre secondo il Decreto Sostegni bis. La risposta della politica e delle forze di maggioranza è stata di compromesso tra opposte tesi e perciò è restata ancora inadeguata.

Viene ancora negata e solo per i neo immessi in ruolo a far data dal 20/21 la possibilità di partecipare alle Assegnazioni Provvisorie nella stessa provincia di titolarità, tra province della stessa regione e tra province di regioni diverse.Tutto questo crea profonda una netta discrepanza con la possibilità invece concessa ai colleghi assunti nell’ anno 2019/2020 a cui invece l’assegnazione provvisoria è concessa. Una contraddizione e una vera e propria disparità di trattamento per i docenti immessi in ruolo in anni scolastici antecedenti al 20/21.

Un’occasione mancata per la politica che non ha tenuto conto della costante richiesta e del disagio palesato in questi mesi dai docenti vincolati sui social e nelle dirette con politici e sindacalisti.

I docenti vincolati del gruppo Facebook NO AL VINCOLO non si ritengono soddisfatti di come il Governo Draghi abbia affrontato la questione dei vincoli dei docenti neoassunti 2019/2020 e dei docenti neoassunti 2020/2021.

Attendiamo con fiducia e prontamente intervento di tutte le forze politiche di maggioranza e opposizione.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur