Vincolo quinquennale sostegno: quali anni contano. Quando si può chiedere trasferimento

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

Come calcolare il quinquennio di permanenza su sostegno. Il docente che ha superato il vincolo quinquennale può chiedere mobilità su materia

Una lettrice ci scrive:

“Sono stata immessa in ruolo su sostegno alle superiori giuridicamente nel 2014/15, ma economicamente nel 2015/16. Ho quindi effettuato l’anno di prova nel 2015/16. Quindi questo è il quarto anno che sono su sostegno, ma giuridicamente è il quinto. Posso comunque eventualmente chiedere il passaggio su materia o dovrei aspettare ancora un anno?”

Il docente titolare sul sostegno per partecipare alla mobilità su posto comune/materia deve aver superato il vincolo di permanenza quinquennale  su questa tipologia di posto

Decorrenza del vincolo

Il vincolo quinquennale decorre dall’anno scolastico di immissione in ruolo sul sostegno oppure dall’anno scolastico in cui si è ottenuto il trasferimento da materia a sostegno oppure dall’anno scolastico in cui si è ottenuto il passaggio di ruolo sul sostegno anche per i docenti già titolari sul sostegno

Computo del quinquennio

Nel computo del quinquennio si considera anche l’anno scolastico in corso

Il docente immesso in ruolo con decorrenza giuridica anteriore alla decorrenza economica, può valutare anche questa nel computo del quinquennio, in sintonia con quanto prevede l’art.23 comma 8 del CCNI, dove si stabilisce che il computo del quinquennio “include l’eventuale anno di decorrenza giuridica derivante dalla applicazione del  decreto legge n. 255, del 3 luglio 2001, convertito in legge n. 333 del 20 agosto 2001, art. 1, comma 4-bis

Quali docenti sono fuori dal vincolo

Per la mobilità 2019/20 risultano, quindi, fuori dal vincolo i docenti che possono conteggiare il quinquennio a decorrere dall’anno scolastico 2014/15 o precedenti

Il nostro lettore, immesso in ruolo giuridicamente nel 2014/15, potrà pertanto partecipare alla mobilità su materia per il prossimo anno scolastico

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
ads ads