Vincolo quinquennale, Anief: “Consentire almeno l’assegnazione provvisoria ai docenti bloccati”

Stampa

Permettere l’assegnazione provvisoria per i docenti bloccati dal vincolo quinquennale. E’ una delle richieste che Marcello Pacifico, presidente Anief, ha esposto in audizione in commissione al Senato.

Nel decreto sostegni ci sono 300 mila euro per la scuola stanziate dalla scuola. Ecco le proposte emendative inviate dall’Anief per il settore dell’istruzione.

In audizione al Senato, Marcello Pacifico, presidente Anief, presenta alcuni emendamenti, fra questi quelli che riguardano la proroga dei contratti a termine del personale docente che avranno la scadenza il prossimo 30 giugno 2021. “Questi contratti a termine dei docenti devono essere prorogati almeno al 30 giugno dell’anno scolastico successivo“. Si tratta, nello specifico, dei contratti di docenti assunti inizialmente con riserva, i diplomati magistrale. Secondo la proposta dell’Anief, questi contratti dovrebbero essere prorogati almeno fino al 30 giugno del prossimo anno, secondo il sindacato proprio per garantire una continuità didattica interrotta ripetutamente a causa della pandemia.

Fra i punti essenziali c’è quello del vincolo quinquennale: “ogni anno più di 200 mila domande di trasferimento. L’emendamento mira a prevedere almeno l’assegnazione provvisoria per questi docenti con il vincolo. Se proprio non possiamo eliminare il vincolo proviamo a consentire l’assegnazione provvisoria“, dice Pacifico in Senato

Inoltre, per quanto riguarda le attività didattiche extracurriculari, ovvero le attività di recupero degli apprendimenti e di socialità previste dal ministero “chiediamo la proroga per l’organico covid (70mila lavoratori) per i mesi di giugno e luglio“, spiega il presidente Anief.

Pacifico ricorda infine che il personale precario non ha la carta del docente e dunque “sarebbe necessario fornirla come per i colleghi di ruolo

Stampa

Insegnare all’estero: certificazione Inglese B2 e corso on-line Intercultura con CFIScuola!