Vincitori Senza Cattedra. Resoconto di una giornata “folle” alle convocazioni per le ASSEGNAZIONI PER IL RUOLO AD01

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Antonio Longobardi – Gli insegnanti Vincitori Senza Cattedra, all’asciutto anche quest’anno, credono che sia giusto vigilare affinché tutti i posti disponibili siano resi utili al ruolo.

Si parte già male, nella calda mattinata del giorno in questione, per la loro CDC risultano convocate trentacinque persone in esubero, rispetto ai quarantadue posti documentati pubblicamente il giorno prima, si parla della CDC AD01.
Si arriva nel luogo deputato, file di colleghi affollano l’atrio, tutti a sventolare carte che parlano di ambiti e di posizioni, il calore si combatte anche così.
I nostri Vincitori Senza Cattedra cominciano ad addentrarsi, cercando interlocutori. Sono le ore 8:00, ancora tutto è fermo.
Dopo aver inseguito la Dott.ssa dell’USR addetta al reclutamento del personale scolastico, i nostri protagonisti incassato un “NON VOGLIO DARE NESSUNA RISPOSTA, I POSTI SONO QUELLI E BASTA!!”, ripiegano alla volta dei funzionari adibiti all’espletamento delle nomine per la loro CDC.
Le prime risposte sono negative, i posti disponibili sono solo per i convocati!
Basta però una minaccia di intervento delle forze dell’ordine, unita ad una richiesta esplicita del perché la mattina si pubblicano disponibilità e il pomeriggio dello stesso giorno, si confutano le stesse attraverso convocazioni minori e il gioco è fatto!
Ci siamo sbagliati, errore di trascrizione, i convocati dovevano essere 42 e non 35 in esubero…OPS!!
A queste parole, i Vincitori Senza Cattedra, inforcano cellulari e chiamano i colleghi, avvertendoli che il gran giorno è arrivato.
E così inizia la giostra, di fronte agli occhi dei nostri protagonisti cominciano a realizzarsi scene degne di un film dal sapore fantozziano.
Candidati che firmano, con tanto di foto a suggellare, richiamati dopo circa mezz’ora sempre dai soliti eroi – Tornate indietro, qui si grida all’errore, sbagliato ambito e ordine di scuola!!!-
Occhi strabuzzati ad osservare una persona che dovrebbe rappresentare l’etica e la trasparenza, perché DS e rappresentante sindacale, che si lascia trasportare dall’atavico e al tempo stesso carnale senso materno.
Inesorabile, la donna, scavalca la soglia che divide il candidato al ruolo e il funzionario competente, e per tutto il tempo, ore ed ore, scompagina carte, suggerisce assegnazioni, allunga le sue mani come tentacoli tra le carte a disposizione, nell’unico tentativo di conservare l’ambito più consono, alla sua dolce figlia. “CORE E MAMMA’… ti difendo io contro i diritti sacrosanti di chi ti precede!! E lei la figlia, la professoressa, aspetta silenziosa, le brillano gli occhi pensando ai valori che trasmetterà da Settembre ai suoi alunni!
La giornata è lunga, sono ormai le 15:00, c’è chi aspetta indispettito che la prima classe di concorso completi tutte le nomine, tocca a loro!! Ed effettivamente, i giochi sono fatti, i 42 posti si sono trovati, avanti il prossimo!
E chissà quante altre situazioni i nostri Vincitori Senza Cattedra avrebbero potuto osservare se avessero avuto il dono dell’ubiquità. Ma si sono dovuti accontentare, domani è un altro giorno, domani per un’altra causa si combatterà.
VINCITORI SENZA CATTEDRA

 

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare