Vigilanza alunni, Claudia Pratelli (SI): giovani devono poter di uscire da soli da scuola se autorizzati dai genitori, subito una legge correttiva

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Sinistra Italiana – “Se hai meno di 14 anni non puoi tornare da scuola a casa da solo” In tutta Italia in questi giorni non si fa altro che parlare giustamente di questo.

Ma che senso educativo ha, ci chiediamo, una disposizione di questo tipo in una società in cui è consentito il lavoro a 15 anni e a 14 anni i ragazzi possono guidare il motorino? Quale distanza si produce tra la scuola e la vita quotidiana dei ragazzi e dei loro genitori cui si chiede di assentarsi  dal proprio lavoro ed accompagnare i figli a casa per poi lasciarli uscire con gli amici il pomeriggio?”

Lo afferma la responsabile scuola di Sinistra Italiana, Claudia Pratelli.

“Abbiamo una  scuola  – prosegue Sinistra Italiana – sempre più presa dalla rigida applicazione di norme e regolamenti, circolari e disposizioni rischia di smarrire la sua missione pedagogica.  Non consentire agli adolescenti , nemmeno dietro accordo con i genitori, di uscire da scuola da soli è la dichiarazione di una sconfitta del mondo adulto e di quanto sia ancora lontano quel rapporto di condivisione di responsabilità tra genitori e scuola.”

“È necessario intervenire con una legge che regolamenti la materia restituendo autonomia ai giovani e ai loro genitori e sollevando le scuole dall’obbligo della vigilanza in presenza di espressa volontà delle famiglie. E serve farlo urgentemente per non lasciare da sole le scuole e le famiglie nel caos.

“Altrettanto necessaria tuttavia è una riflessione pedagogica sul ruolo della scuola in una società molto diversa da quella del secolo scorso – proprio la riflessione che la legge 107 ha eluso –  conclude Pratelli -,  sul cosa e sul come dell’insegnamento, sui principi educativi necessari a far acquisire ai giovani esperienza e autonomia che a volte camminano anche fuori dalle aule, anche nel percorso dalla scuola fino a casa.

Roma,  30 ottobre 2017

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione