Vietate le bevande gasate a merenda per gli alunni di un paesino della Svizzera: sono dopanti

di Giulia Boffa
ipsef

GB – Le bevande gassate sono dopanti: è la conclusione a cui è giunta in Svizzera la comunità degli insegnanti di Hitzkirch, un paesino di cinquemila abitanti del canton Lucerna.

In sostanza, i bambini hanno cominciato ad abusare delle bevanmde gassate a merenda, sostituendole al panino con la marmellata o alla barretta di cioccolata.

Le insegnanti hanno quindi imposto ai piccoli studenti test antidoping e, sorpresa, in alcuni casi il test è risultato positivo.

GB – Le bevande gassate sono dopanti: è la conclusione a cui è giunta in Svizzera la comunità degli insegnanti di Hitzkirch, un paesino di cinquemila abitanti del canton Lucerna.

In sostanza, i bambini hanno cominciato ad abusare delle bevanmde gassate a merenda, sostituendole al panino con la marmellata o alla barretta di cioccolata.

Le insegnanti hanno quindi imposto ai piccoli studenti test antidoping e, sorpresa, in alcuni casi il test è risultato positivo.

Da qui il divieto di bere bevande alcoliche con la motivazione di avere scopi pedagogici, tanto che neanche i genitori si sarebbero resi conto della scarsa salubrità di questi drink. Quindi niente Red Bull, niente Coca-Cola, niente bevande gassate nell’ora di ricreazione: i bimbi possono bere solo acqua o al massimo del tè senza zucchero.

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare