VIDEO TUTORIAL | Graduatorie ATA 24 mesi, come fare la domanda passo dopo passo. GUIDA a cura di Sonia Cannas

WhatsApp
Telegram

C’è tempo fino alle 14:00 del 30 maggio per inoltrare la domanda per ATA 24 mesi. Le domande di ammissione potranno essere presentate unicamente in modalità telematica attraverso Istanze on Line (POLIS).

Ecco il video tutorial, a cura di Sonia Cannas, con tutti i passaggi spiegati per l’inoltro dell’istanza.

INDICE

00:00 Introduzione

03:03 Inserimento in graduatoria

03:18 Simulazione domanda per assistente amministrativo

04:52 Titoli culturali

08:15 Titoli di servizio

12:34 Titoli specifici di assistente tecnico

12:49 Titoli di preferenza

13:35 Titoli di riserva

14:21 Modello F

15:11 Altre dichiarazioni

I bandi prevedono la possibilità di dichiarare il servizio prestato con incarichi temporanei entro il 30 giugno 2024.

Requisiti di ammissione

Per essere ammessi al concorso, i candidati non inseriti nella graduatoria permanente devono:

  • Essere in servizio a tempo determinato nella scuola statale nella stessa provincia e profilo professionale del concorso.
  • Essere inseriti nella graduatoria provinciale ad esaurimento o negli elenchi provinciali per le supplenze della stessa provincia e profilo, anche se non in servizio al momento della domanda.
  • Essere inseriti nella terza fascia delle graduatorie di circolo o di istituto della stessa provincia e profilo, anche se non nelle condizioni precedenti.

Requisito dei 24 mesi di servizio

Il requisito essenziale per partecipare ai concorsi ATA 24 mesi è aver maturato almeno 24 mesi di servizio, anche non continuativi, nel profilo professionale del concorso o in profili dell’area ATA immediatamente superiore.

a) una anzianità di almeno due anni di servizio (24 mesi, ovvero 23 mesi e 16 giorni, anche non continuativi; le frazioni di mese vengono tutte sommate e si computano in ragione di un mese ogni trenta giorni e l’eventuale residua frazione superiore a 15 giorni si considera come mese intero) prestato in posti corrispondenti al profilo professionale per il quale il concorso viene indetto e/o in posti corrispondenti a profili professionali dell’area del personale ATA statale della scuola immediatamente superiore a quella del profilo cui si concorre (1),(2). Il servizio prestato con rapporto di lavoro a tempo parziale si computa per intero;

b) ai fini di cui alla precedente lettera a) si computa anche il servizio effettivo prestato nelle corrispondenti precorse qualifiche del personale non docente statale (D.P.R.420/74), nonché nei corrispondenti precorsi profili del personale A.T.A. statale (D.P.R.588/85);

c) ai fini di cui alle precedenti lettere a) e b) si computa unicamente il servizio effettivo prestato (di ruolo e non di ruolo) presso scuole statali, con esclusione del servizio prestato nelle istituzioni scolastiche della regione Valle d’Aosta e delle province autonome di Trento e Bolzano*, con rapporto d’impiego con lo Stato e/o il servizio scolastico (di ruolo e non di ruolo) prestato con rapporto di impiego, direttamente con gli Enti Locali, i quali erano tenuti per legge a fornire alle scuole statali personale A.T.A.;

*nella nota di indizione dei bandi si chiarisce che: “in ordine alla valutazione dei titoli posseduti dagli aspiranti, come già avvenuto nei precedenti anni scolastici, si richiama la nota prot. DGPER n. 24681 del 14 agosto 2020 (allegata), con la quale è stato trasmesso, alle Direzioni in indirizzo, il parere 1184 del 2020 del Consiglio di Stato, relativo alla utile valutazione dei servizi prestati nelle Province Autonome di Trento e Bolzano e nella Regione Valle d’Aosta se dichiarato dai candidati“.

d) ai fini del presente articolo il servizio prestato nelle scuole italiane all’estero, certificato dalla competente autorità del Ministero degli Affari Esteri, è equiparato al corrispondente servizio prestato in Italia;

e) ai fini del presente articolo il servizio prestato in qualità di “collaboratore scolastico” e “assistente amministrativo” nelle Accademie Conservatori di Musica e negli Istituti Superiori delle Industrie Artistiche dello Stato viene considerato valido ai fini dell’ammissione ai concorsi per soli titoli di cui all’art. 554 del D.Lvo 297/94 fino all’anno accademico 2002/03. A decorrere dall’anno accademico 2003/04 il servizio di cui trattasi, poiché prestato in profili professionali di un diverso comparto rispetto a quello della scuola, è assimilato a “ servizio prestato in altre Amministrazioni”.

WhatsApp
Telegram
Pubblicato in ATA

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri