Video per deridere il compagno di classe, due studenti nei guai

WhatsApp
Telegram

Un episodio controverso ha coinvolto un istituto superiore della provincia di Ravenna, sollevando interrogativi sulla linea di confine tra bullismo e goliardate.

Due studenti hanno creato un video, combinando fotografie di alcuni compagni, e lo hanno diffuso tramite smartphone e chat. Il video, che includeva un ragazzo con difficoltà riconosciute, è finito sul tavolo del dirigente scolastico, suscitando preoccupazione.

La scuola ha immediatamente attivato un procedimento disciplinare e informato i carabinieri per valutare eventuali azioni legali. Questo passo dimostra la serietà con cui l’istituto affronta questi casi, soprattutto considerando che non sono state rilevate offese dirette nel video. La presenza di una figura specializzata in casi di bullismo all’interno della scuola ha permesso un intervento tempestivo e mirato.

Dopo l’intervento dei carabinieri, è emerso che non vi erano estremi di reato. Tuttavia, a livello educativo, la scuola ha già intrapreso azioni disciplinari. Molti studenti della classe erano ignari dell’esistenza del video, e solo dopo la sua diffusione alcuni hanno informato i docenti, portando all’identificazione dei responsabili.

L’episodio, sebbene apparentemente innocuo, riporta all’attenzione il problema sempre più diffuso del cyberbullismo e l’importanza dell’educazione all’uso consapevole di smartphone e social network. La rapida risposta dell’istituto dimostra un impegno attivo nel prevenire situazioni potenzialmente dannose, sottolineando l’importanza di un approccio proattivo nella gestione di questi fenomeni.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri