Viaggi istruzione sospesi: rimedi esperibili per contratti stipulati

Stampa

Nota Usr Piemonte numero 3563 del 30 aprile 2020. Sospensione dei viaggi d’istruzione a seguito delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID 19 – a.s. 2019/20. Rimedi esperibili

La nota fa riferimento al decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, artt. 1 e 2 con cui è stata inizialmente disposta la sospensione dei viaggi di istruzione dal 23 febbraio al 15 marzo 2020; al decreto legge 8 aprile 2020, n. 22 recante “Misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato”, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n.93 del 08- 04-2020, il quale all’art. 2, comma 6, ha esteso all’intero anno scolastico 2019/2020 la sospensione dei “viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado”.

Rimedi esperibili per contratti già stipulati

La nota ammette due rimedi:
1. il recesso unilaterale dal contratto ex art. 41, comma 4, del decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79 (c.d. Codice del Turismo), secondo cui “il viaggiatore può recedere unilateralmente dal contratto, prima dell’inizio del pacchetto, e di ottenere il rimborso integrale dei pagamenti effettuati per il pacchetto, senza corrispondere spese di recesso” ;

2. la risoluzione per impossibilità sopravvenuta ex art. 1463 cod. civ., ai sensi del quale “nei contratti con prestazioni correspettive, la parte liberata per la sopravvenuta impossibilità della prestazione dovuta non può chiedere la controprestazione, e deve restituire quella che abbia già ricevuta, secondo le norme relative alla ripetizione dell’indebito”.

La nota

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia