Viaggi istruzione, sono ancora formativi? Lettera

WhatsApp
Telegram

Viene da chiedersi se le gite scolastiche sono ancora formative.

L’esperienza delle gite scolastiche sta diventando un vero e proprio incubo per gli insegnanti che spesso si rifiutano di parteciparvi per le troppe responsabilità che ricadono sulle loro spalle.

Qualche anno fa, si ricorderà il MIUR emanò una circolare assurda in cui si chiedeva ai docenti, oltre che a vigilare costantemente sugli alunni, a prestare attenzione alla manutenzione del pullman con il controllo delle ruote, lo stato psico-fisico del conducente, come se i docenti oltre ad essere tali dovessero vestire i panni del meccanico e bodyguard!

Con una generazione di alunni indisciplinati, molti docenti preferiscono declinare la partecipazione alle gite scolastiche, in quanto il carico di responsabilità è veramente pesante.

I ragazzi vogliono andare in gita solo per divertirsi e quindi la gita scolastica perde la sua finalità istruttiva..

Della sua finalità istruttiva importa poco. In una grave fase di emergenza educativa accompagnare i ragazzi in gita scolastica è un’impresa difficile. Spesso gli alunni non sono gestibili nelle classi, figuriamoci quando si trovano in luoghi aperti? Liberano tutte le loro energie adolescenziali!

Mario Bocola

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO